Londra, Johnson irrita gli islamici con una battuta sul burqa. Mr Bean lo difende

L’attore comico britannico Rowan Atkinson, meglio conosciuto in tutto il mondo per il suo personaggio di Mr Bean, interviene in difesa di Boris Johnson. L’ex ministro degli Esteri è in questi giorni al centro delle polemiche per alcune sue affermazioni sul burqa, considerate offensive. «Avendo beneficiato da una vita della libertà di poter prendere in giro la religione, penso che la battuta di Boris Johnson sulle donne con il burqa che assomigliano a delle buche delle lettere, sia molto divertente», ha scritto Atkinson in una lettera pubblicata sul Times. Johnson, in un editoriale per il Telegraph, aveva paragonato le donne con il velo integrale a dei rapinatori di banche e a delle buche delle lettere.

Mr Bean e le polemiche sul burqa

Di fonte alle proteste, anche di membri del suo stesso Partito conservatore, e al suo rifiuto di scusarsi, l’ex sindaco di Londra rischia ora l’espulsione dai Tories, per avere infranto il codice di condotta del partito. «Tutte le battute sulla religione offendono qualcuno, quindi è inutile scusarsi. Bisognerebbe scusarsi solo se la battuta non fa ridere. In questo caso, le scuse non sono necessarie», ha scritto Atkinson. L’ex ministro degli Esteri, uscito dal governo in polemica con la premier Theresa May sulla strada da seguire per la Brexit, rimane in attesa del giudizio della commissione interna del Partito conservatore.