L’appello di Rampelli a Salvini: “In Abruzzo andiamo compatti”

sabato 11 agosto 18:49 - DI Redazione

In Abruzzo andiamo compatti: è l’appello di Rampelli a Salvini. Il rischio di una lacerazione nel centrodestra in vista delle elezioni in Abruzzo dopo le dimissioni del presidente della giunta Luciano D’Alfonso, che ha optato per il Senato, non lascia indifferenti i partner tradizionali della Lega. Lega che ha annunciato che alle prossime regionali in Abruzzo correrà da sola. Dentro Fratelli d’Italia, partito che con la leader Giorgia Meloni si è dato da fare per mantenere unita la coalizione malgrado la scelta di Salvini di fare il governo con M5S, il pericolo della divisione delle forze è ben presente. Per questo, mentre dietro le quinte è in corso un meticoloso lavoro di mediazione per evitare l’irreparabile, in grado potenzialmente di creare ulteriori e gravi tensioni anche negli altri governi locali a guida centrodestra, è adesso il vice presidente della Camera Fabio Rampelli che si rivolge direttamente al vice premier. “Mi appello a Salvini -dice l’esponente di Fdi all’Adnkronos- affinché il centrodestra vada compatto in Abruzzo. Bisogna abbandonare le ambizioni di fare fatturati elettorali con fughe solitarie, e bisogna invece dare agli abruzzesi il governo migliore con la coalizione di centrodestra. Abbiamo – conclude Rampelli – tutte le carte per rispondere a questa esigenza”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • andrea.somenzi@yahoo.com 12 agosto 2018

    Si vai con Patty valà valà

  • michageo@iol.it 12 agosto 2018

    Dopo anni di fedeltà a FI alle ultime elezioni ho votato FDI, anche perché gli onorevoli espressi nella mia zona li conosco personalmente da anni e dalle “opere” a livello provinciale/comunale e FI candidava scaldapoltrone. FI seguendo (volente o nolente) il PD, morirà di emorragia di elettori auspicabile verso Lega ed FDI in modo da rinforzare, con altre fughe dal M5S, che perderà sostenitori per il corso troppo di sx , e permettere un raggruppamento Lega FDI con una robusta percentuale. Poi vedremo se noi populisti riusciamo a contenere il guano che gronda da Bruxelles….

  • enrico.zampieri@tin.it 12 agosto 2018

    Salvini ha fatto un passo avanti in chiarezza, ma dispiace che dia di comunisti a noi perché osiamo dissentire sui suoi metodi. Purtroppo la brutalità nel sostenerle non rende intelligenti le idee.

  • mautau@tiscali.it 12 agosto 2018

    Giusto fare appelli, ma poi ognuno deve avere mani libere, Fratelli d’Italia incominci a studiare come andare da soli. La vera destra sovranista, nazionalista, popolare, identitaria e sociale è solamente FDI.
    Tutto il resto, o è un copiato, vedasi Lega, oppure qualcosa che non è mai stato di destra patriottica, vedasi FI.
    A questo punto ci si presenti da soli. Poi, per il futuro si vedrà.

  • mauro@mgrmoda.com 12 agosto 2018

    …Caro Rampelli… praticamente dal g del merdareno ho lasciato l’ex SuperBerlusca… e dopo un tentennamento perché nn avete voluto…SuperBertolaso… sono passato a votarvi… ma nonostante questo sono d’accordo al miliardox100 con Salvini …sul fatto che si voglia levare dalle palle fi…Giorgia lo deve chiamare e proporre l’ accordo… sul quale noi di FDI… siamo assolutamente d’accordo… tra l’altro sono sicuro che la LEGA… anche in Abruzzo… farà l’accordo con il M5S… sul programma di Governo… noi ci dobbiamo alleare…

  • dr.remia@libero.it 12 agosto 2018

    Caro Sig. Rampelli,
    sono un elettore di destra da sempre, ma ora dico basta con F.I. e con il suo Presidente che ormai dovrebbe fare il nonno e non il politico. Ho votato Lega proprio per dire no a F.I. che ormai non ci rappresenta più. Quando Berlusconi ha governato aveva la possibilità di riformare l’Italia è invece ha solo pensato ai suoi interessi ed ha contribuito a distruggere la classe media, cioè i suoi elettori.

  • comitsalute@libero.it 12 agosto 2018

    CENTRO DESTRA COMPATTO? SI, MA COSA C’ENTRA ORMAI F.I. CON LA DESTRA?????

  • fdesalvo@aconet.it 12 agosto 2018

    Un nikname a cognome nascosto dovrebbe mettersi il fazzoletto al braccio, come si faceva centocinquant’anni fa con le reclute analfabete per fargli capire da che parte girarsi agli ordini del caporale: fianco sinist, fianco dest.
    Ma quale posizione di Forza Italia sarebbe di sinistra secondo lui? Proprio Berlusconi qualche giorno addietro cercava di richiamare Salvini al rispetto del programma di centrodestra fatto assieme prima delle elezioni? Sarebbe questa azione di sinistra?
    Signor nikname, ha letto cosa c’è in quel programma? Le pare di sinistra?
    Quanto ai fatti: Berlusconi si era opposto all’elezione di Mattarella, ex democristiano “di sinistra” (chiaro sig Nikname?). Salvini e Meloni che avevano fatto allora? Poi Mattarella ha fatto veramente una cosa di sinistra aspettando per mesi che Salvini- Di Maio finissero di contrattare su programmi più di sinistra che di destra e rifiutandosi di dare una possibilità al centrodestra allora unito.
    Giornalista Foa. Salvini ha fatto una mossa tipica delle sinistre (vedi Renzi con Mattarella), cioè imporre un nome senza consultare quella che ora è opposizione. Berlusconi ha reagito correttamente attenendosi ai regolamenti esistenti. Azione tipica di destra in difesa della democrazia.
    Fazzoletto al braccio!!!

    • renata.bortolozzi@tin.it 12 agosto 2018

      Ha tentato di inserire un cavallo di Tria, ma è rimasto isolato. Forza Italia non è di sinistra, è un partito di IPOCRITI AMMANICATI ( con le dovute eccezioni ), e lo dice una ex forzista della primissima ora, che abbracciava anche fisicamente Berlusconi, ma che si è accorta di essere stata INGANNATA. All’ inizio non c’ era scelta, ma ora ci sono altri 2 o 3 partiti a cui guardare, e scegliere quello che disgusta di meno ( nessun partito può coincidere con il tuo pensiero, altrimenti vivremmo in una dittatura mentale ).

  • pino.lover@libero.it 12 agosto 2018

    Caro Rampelli, se la LEGA di Matteo Salvini ha deciso di correre da sola alle elezioni in Abruzzo, devo dire che la colpa è anche vostra. Mi deve spiegare come mai se volete che il centrodestra resti unito, sulle votazioni in RAI e altre decisioni vi siete astenuti o votato contro i provvedimenti proposti? No caro Rampelli, ormai non è più tempo di fare giochetti e cioè di restare con un piede con FI (sinistra), e l’altro pensare di restare con questo governo LEGA-M5S. Voi di FDI dovreste prendere una volta per tutte una decisione e solo così sarete più chiari con i vostri elettori.

  • cardi.f@web.de 12 agosto 2018

    Compatti, si, FI compatta con il piddì, la Lega compatta con l’unica formazione politica che non la prende per il c**o: i 5 stelle, FdI compatti e soli… Gente, è finito il tempo deimmercati delle vacche e delle trattative sotto il tavolo, non abbiamo ancora la situazione ottimale, ma quanto abbiamo è mille volte meglio di prima! Svegliatevi, aprite le finestre, la nottata è finita, non restate al buio, per illudervi che non sia ancora passata!

  • Roccoangela60@yahoo.it 12 agosto 2018

    Il problema purtroppo è forza Italia troppo appiattita su idee di sinistra,sarebbe auspicabile che la lega in Abruzzo corresse insieme a FdI,farebbero il pienone di voti.

  • giuseppe imbimbo 12 agosto 2018

    Sig. Rampelli Lei è una brava persona ma, come dice il post precedente, non si può andare alleati al voto con chi ti “lavora ai fianchi” per farti cadere. Forza Italia non è mai stata una forza di destra o centrodestra sociale ma ha sempre agito per tutelare le classi medio alte fregandosene del Popolo che, finalmente ha capito chi lo tutela ed ha punito chi lo ha massacrato in questi anni. Da ex militante del MSI io al posto vostro mi smarcherei o FI vi trascinerà a fondo e mi dispiacerebbe tantissimo..

  • digitalmoviedv@gmail.com 12 agosto 2018

    Che lo si voglia o no, il centro destra non esiste più! Almeno quello che conosciamo, ora abbiamo un duopolio tra LEGA e Movimento 5 Stelle, questo è il nuovo centro/destra italiano, berlusca dovrà farsene una ragione visto che se l’è anche cercata con il diniego a far eleggere in RAI Marcello Foa,

  • luciferoverde@gmail.com 12 agosto 2018

    Forza Italia ormai e’ col Pd ….non si puo’ far finta di niente….io se fossi un’elettore in Abruzzo non voterei x questa coalizione …..F.I. si deve far da parte e largo a chi e’ veramente di Dx oppure appoggiare una coalizione Giallo/Verde

  • s.fontana@live.it 12 agosto 2018

    Impossibile andare compatti con la mummia nelle mani di Tajani, giammanco e Gelmini.

  • Gennaro Caracciolo 11 agosto 2018

    Secondo me il problema non è costituito da Salvini, ma da Berlusconi e dai suoi supporters, per fortuna sempre di meno. Non è stata una bella cosa non avere sostenuto FOA e non ci piace la posizione di Berlusconi sempre più vicino a Renzi. Io andrei solo con Salvini e la Meloni!

  • gandinis@tin.it 11 agosto 2018

    La penso come Rampelli, ma non si può far finta di non vedere che Forza Italia è ormai su posizioni di sinistra. E poi in qualche modo bisogna fargliela pagare per la questione Marcello Foa – RAI. In qualche caso si può anche pensare a liste congiunte Lega-Fratelli d’Italia, cioè senza Forza Italia. D’altronde non è colpa di Salvini se Berlusconi flirta con il PD.