Giornalista Tg1 contestata per il crocifisso. Meloni: “Io sto con Marina”

«Dopo due anni, la giornalista del tg1 Marina Nalesso viene nuovamente contestata per aver indossato il crocifisso durante un’edizione. In una Nazione dove il servizio pubblico è stato perennemente influenzato dalla politica, è singolare che faccia scandalo una professionista con addosso il simbolo della propria fede. Io sto con Marina!». Con questo post sulla propria bacheca Facebook, Giorgia Meloni prende pubblicamente le difese della giornalista del Tg1, finito nel mirino delle critiche.

post-meloni

marina-nalesso

“Io sto con Marina”: aumentano i fan della giornalista col crocifisso

La Nalesso è stata “colpevole” di avere indossato un vistoso crocifisso durante l’edizione delle 13.30 di lunedì 13 agosto. Talebani del laicismo e atei conclamati sui social network hanno contestato la scelta di condurre l’edizione pomerdiana del telegiornale con addosso un crocifisso.  Su Twitter l’ex consigliere Pd a Torino e sostenitore dell’Unione atei razionalisti Silvio Viale è andato su tutte le furie: «Anche oggi al Tg1 l’arroganza di un rosario al collo della conduttrice. E’ il Tg di una Tv pubblica e laica, non un Tg Vaticano».  La Nalesso se n’è altamente infischiata delle critiche. Tanto che anche nell’edizone straordinaria del 14 agosto  del TG1 dedicato alla tragedia del ponte di Genova, la giornalista ha mostrato nuovamente un rosario. Marina Nalesso è una fervente cattolica e non se n’è mai vergognata. Infatti, molto spesso ha reso pubblica la fede, non solo attraverso le interviste, ma anche indossando dei simboli religiosi: crocifissi, rosari e immagini sacre della Madonna. Una fede che, già due anni fa, fu oggetto di polemiche politiche. In una nazione dove si è liberi di fare praticamente tutto, l’unico divieto diventa quello di indossare il crocifisso? E mentre i laicisti insultano e protestano, sui Social cresce il fronte in favore di Marina Nalesso. E con il passare del tempo aumentano i post e gli hashtag dal titolo #iostoconMarina.