Genova, crolla il ponte Morandi sulla A10: decine di morti (video)

martedì 14 agosto 12:55 - di Renato Fratello

Disastro a Genova. Intorno alle 11,50 il ponte Morandi, su cui scorre il tratto terminale dell’A10, è parzialmente crollato (GUARDA VIDEO ). Venti morti accertati. Il ponte Morandi si trova tra i quartieri di Sampierdarena e Cornigliano, a ovest del centro, attraversa il fiume Polcevera. Ancora non si conoscono dettagli, ma si ipotizza un cedimento strutturale: l’infrastruttura è sicuramente piombata in parte sulla sottostante via Fillak a Rivarolo. Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri, 118, mezzi di soccorso.

La circolazione ferroviaria è stata sospesa. «La dimensione è epocale – ha detto Francesco Bermano, direttore del 118 di Genova – decine di morti tra chi è precipitato dal viadotto chi è rimasto incastrato sotto le macerie. I vigili del fuoco insieme ai sanitari stanno tirando fuori i pazienti, qualcuno è già arrivato negli ospedali di Genova. Abbiamo l’appoggio pieno di Lombardia e Piemonte, tutti gli ospedali sono a disposizione. Siamo lavorando ma in questo momento non abbiamo ancora la dimensione piena del problema».

Secondo alcune testimonianze, alcuni automobilisti che procedevano in direzione del centro del capoluogo ligure pochi istanti dopo il crollo hanno bloccato le auto e sono riusciti a rifugiarsi a piedi all’interno della galleria che precede il viadotto, con scene di panico e decine di persone in corsa in direzione opposta al punto del cedimento. I soccorritori stanno passando tra gli automobilisti bloccati nel tratto d’autostrada chiedendo se manchi qualcuno dalle auto ferme in coda. Il ponte Morandi fu costruito negli anni Sessanta, è lungo oltre un chilometro, e alto 90 metri. Il video è stato diffuso dal parlamentare di M5S Sergio Battelli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giulio 15 agosto 2018

    Certi commenti si vede che sono fatti da persone che non vivono a Genova e non sono mai passate su quel ponte. Il quotidiano di Genova, Il Secolo XIX, scrive: crollato il ponte dai lavori infiniti. Era in perpetua manutenzione fin dagli anni ’70. Speso il doppio che a costruirlo a nuovo. Ma costruirlo nuovo richiede anni di lavoro, anni di blocco del traffico. La soluzione era la Gronda, un’autostrada parallela, in studio fin dagli anni ’80, ma la sinistra prima, gli M5S poi, e i sedicenti “ambientalisti” l’hanno furiosamente contestata. A Genova 30 anni di sinistra e di “ambientalisti”: alluvioni e crolli, ecco i risultati

  • bruno 14 agosto 2018

    l’Italia crolla .Ponte del 63 che regge un traffico del 2018.Speriamo che i morti che purtroppo ci saranno siano pochi ma ne dubito.Povera gente.Sono addolorato immensamente alla vigilia poi della festa del 15 agosto.Spaventoso il video,spaventoso il pezzo crollato,lunghissimo,potevamo esserci tutti li sopra.Solo la fortuna,il caso salva le persone.-E le case li sotto ? Pazzesco costruire un ponte sopra le case,ma non c’è posto in quelle zone.Ora andranno a cercare responsabilità,apriranno una inchiesta in procura per arrivare al nulla di fatto.Il ponte è crollato e basta.Fatto male? chissà. dal 63 a oggi quanta manutenzione ? e come fatta? tutte domande che ci facciamo purtroppo DOPO,sempre DOPO mai PRIMA.