Usa, tornano con i genitori 57 bimbi migranti separati da mamma e papà

L’amministrazione Trump ha reso noto che 57 bimbi migranti  entrati illegalmente negli Usa sono stati riuniti con i genitori dopo settimane o mesi di separazione. Il provvedimento non è scattato per altri 46 bambini, per una serie di motivi che vanno dalla valutazione dei rischi per la sicurezza dei minori all’irreperibilità dei genitori, già espulsi dal Paese. Dana Sabraw, giudice distrettuale di San Diego, aveva fissato per martedì 10 luglio il temine entro cui le autorità federali avrebbero dovuto riunire i bambini di età inferiore ai 5 anni con i genitori o con altri adulti dopo la separazione avvenuta al confine. La vicenda, al di là dei bambini a cui ha fatto riferimento il giudice, coinvolge nel complesso quasi 3000 minori: per il loro ricongiungimento con le famiglie, Sabraw ha fissato il termine del 26 luglio.