Scontro finale, Salvini querela Saviano. Cosa ha il coraggio di replicare lo scrittore

venerdì 20 luglio 10:37 - di Gabriele Alberti

Si infiamma la guerra personale ingaggiata da Roberto Saviano contro il ministro Matteo Salvini. Siamo al delirio finale. Ora c’è anche la «Russia di Putin dietro l’angolo», secondo lo scrittore. Una guerra fatta di insulti, come “ministro della malavita”,  di ingiurie del tipo “come godi a vedere i bimbi affogare in mare”, e che ora si arricchisce – si fa per dire- di altre “perle” da parte dell’autore di Gomorra. Alla fine Salvini non ce l’ha fatta più. Così alla fine – dopo averla annunciata in più occasioni- è arrivata la querela a Roberto Saviano, presentata da  su carta intestata del Viminale. La denuncia portala data del 20 luglio. La querela è per diffamazione a mezzo stampa e fa riferimento alla valanga di insulti rivolti da Saviano al ministro dell’Interno, che supererebbero il diritto di critica mettendo nel fango il nome del Ministero degli Interni. Non c’è soltanto l’espressione «ministro della malavita». Salvini sottolinea come «viene adombrata l’ipotesi che gli venga tolta la scorta come ritorsione politica». Alla querela vengono allegati due post dello scrittore su Facebook, un video relativo alla nave Aquarius e l’intervista al giornale tedesco Süddeutsche Zeitung, in cui Saviano sputtanava il ministro parlando di uno «scandaloso patto di non aggressione tra il ministro dell’Interno e la ‘ndrangheta». E poi l’accusa di “sadismo” verso chi muore in mare. Troppo.

Matteo Salvini ha deciso di formalizzare la querela. La prima replica dello scrittore è stata ancora una volta delirante e fuori da ogni ragionevolezza. Fa di nuovo il martire: «Dietro l’angolo c’è la Russia di Putin. Tocca agli uomini di buona volontà prendersi per mano e resistere all’autoritarismo».

La querela 

Salvini querela Saviano su carta intestata del Viminale. La replica: "Dietro l'angolo c'è la Russia di Putin"

Saviano fuori controllo: «c’è Putin dietro tutto»

Saviano non giunge a più miti consigli, anzi ribadisce e rilancia. Così, chiama a raccolta i suoi sostenitori, anche se fin’ora ha raccolto l’adesione solo di Speranza. Il che è tutto dire. La risposta dello scrittore è stata questa:  «Non l’ho mai fatto, ma vi chiedo di essere oggi con me in questa battaglia: dietro l’angolo c’è la Russia di Vladimir Putin, modello del ministro della malavita che, come è noto, ha spesso portato alle estreme conseguenze il contrasto al dissenso». E prosegue spavaldo: «Tocca agli uomini di buona volontà prendersi per mano e resistere all’avanzata dell’autoritarismo. Anche di quello che, per fare più paura, usa la carta intestata di un ministero, impegnando l’intero governo contro uno scrittore. E sono sicuro che in questo ‘governo del non cambiamento’ nessuno fiaterà, aggrappati come sono tutti al potere. Io non ho paura».

«Posso stare simpatico o antipatico ma darmi del mafioso o dell’assassino non penso faccia parte della critica o del libero pensiero. Si tratta di cazzate, di cui Saviano risponderà in tribunale. Figurarsi se lo avesse fatto uno di destra…», afferma ancora Salvini. Che conclude parlando di un altro argomento di tensione: «Hanno detto che pure la bimba rom ferita è colpa di Salvini, ma c’è un limite alle fesserie».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 22 luglio 2018

    Lo stesso Stato che lui insulta lo deve proteggere, inaudito, e’ da criminali. C’e’ gente e famiglie che non possono vivere e lo stato lo paga per scrivere boiate e insulti, ma Dio no lo puo’ fulminare ?

  • pietro.parini@tin.it 21 luglio 2018

    Uno squallido figuro del calibro di uno pseudo giornalista, gode del privilegio di una scorta fornita dagli italiani che pagano le tasse, per essere protetto da chi ??? Dagli sciagurati che incautamente hanno letto qualche suo vomitevole scritto ??? Solo in questo caso si può giustificare la scorta !!!!!

  • anto90milan@gmail.com 21 luglio 2018

    Personalmente lo avrei preso a schiaffi,non merita altro questo scribacchino

  • flo.faso@libero.it 21 luglio 2018

    saviano te si un povero MONA sparati

  • adriano.agostini@fastwebnet.it 21 luglio 2018

    Forattini per molto, molto meno e per di più con una vignetta satirica fu querelato da D’Alema e condannato ad un risarcimento miliardario (di lire). Inoltre, da quel momento, Forattini non lo fecero più lavorare! Se ricordate la vignetta, quando ci fu la notizia che avevano individuato i nomi delle spie italiane a favore della Russia, era la seguente: era raffigurato D’Alema che rispondeva a chi chiedeva di pubblicare i nomi: “un momento, finisco di sbianchettare e poi la pubblico”. Satira innocua e banale, eppure la magistratura rossa….

  • marcellodefilippis@gmail.com 21 luglio 2018

    Saviano è il nulla travestito da guru.Se costoro sono gli intellettuali d’Italia,povera Italia

  • gio.marchetta@gmail.com 21 luglio 2018

    Caro Saviano prendi una pistola e sparati, almeno fai un favore all’Italia razza di emerito c******

  • renata.bortolozzi@tin.it 21 luglio 2018

    Mi auguro che si tratti di una fake news, ma mi è capitato di leggere che ci sono 45 poliziotti che dandosi i turni per 24 ore e per 7 giorni, sono addetti alla sua PROTEZIONE . Se fosse vero sarebbe allucinante, perché lui e i suoi amici sono tutti contrari alla legittima difesa, e dichiarano che è lo Stato che ci difende. Vorrei poi sapere se il padre dalla Boschi ha ancora le macchine con i carabinieri che lo proteggono. ( da chi? ) . Ci sono troppe forze dell’ ordine che SCORTANO ( a volte anche portano le borse del supermercato ) persone che non sono in pericolo, ma che usando la loro notorietà presente o passata la pretendono, lasciano così sguarnita la difesa dei comuni cittadini.

  • vig.fra@alice.it 21 luglio 2018

    Se questo e’ uno scrittore Dio ce ne scampi e liberi

  • amerigo.lori@alice.it 21 luglio 2018

    Eh, lo so: Saviano preferirebbe la Russia di Stalin, al limite quella di Breznev. Quellki sì che erano tempi in cui la Russia era democratica, tutto un fiorire di iniziative a favore del popolo e anche dei migranti, purché anch’essi provenienti dai paesi democratici. Cuba, Congo, Angola, Laos etc.

  • Roberto de Rubertis 21 luglio 2018

    Toglietegli la scorta e così la smette

  • guiper5@virgilio.it 21 luglio 2018

    Non si deve togliere la scorta a Saviano, anzi aumentarla, con 2 bravi infermieri e un psichiatra.

    • avvpaolopieraccini35@gmail.com 21 luglio 2018

      perchè dare tanta importanza ad un losco mentecatto con Saviano,.che vive anzi vegeta alle spalle del nostro popolo che proprio non ne può più di certi personaggi

  • peppa@gmail.com 21 luglio 2018

    Ma questo Saviano…….non si vergogna di esistere????? Come si fa a perdere tempo con questo individuo insignificante????? Inoltre, quanti soldi stiamo spendendo noi, stato italiano, per proteggerlo???? Che Salvini lo spedisca in Africa….Lì non gli servirà la scorta e ci guadagneremo tutti, primo perchè non sentiremo più le deliranti cazzate che sputa dalla bocca, e poi perchè non vedremo più quella faccia da falso martire che ormai ha nauseato fino al vomito!!!! Saviano…….il tuo tempo rubato è finito!!!! mettitelo in cranio. Anche tu come Renzi!!!!

  • ptammur@yahoo.it 21 luglio 2018

    La camorra non se lo cerca proprio, seno’ qualche danno glielo avrebbero fatto

  • ptammur@yahoo.it 21 luglio 2018

    Togliere la scorta a un delirante Saviano visto che la pagano gli italiani, sarebbe sacrosanto

  • Marikafacco@yahoo.it 21 luglio 2018

    Grazie Matteo per aver querelato quella carogna di Saviano. Grazie a nome di tutti quelli che pensano come te e che si sentono insultati dalle sue parole bugiarde, deliranti e dettate solo da una rabbia che non conosce limiti. . Grazie di cuore.

  • cernovog@libero.it 21 luglio 2018

    Per non dimenticare…
    Sinceramente preferisco salvare i rifugiati e i miei fratelli clandestini, che aiutare qualche terremotato italiano piagnucolone e viziato.
    Saviano. “Il tempo che fa” 3-6-2018

  • Roccoangela60@yahoo.it 21 luglio 2018

    Saviano ormai è al delirio, insulta un ministro dello stato e pretende che l’insultato se ne stia buono e calmo senza reagire alle offese…lo scrittore ha davvero problemi seri .

  • isa.fi@libero.it 21 luglio 2018

    Penoso a dir poco. Persone di questo spessore non dovrebbero esistere, fomentatore di odio Ne abbiamo abbastanza.

  • fabiux62@yahoo.it 20 luglio 2018

    Don Aniello Manganiello, un parroco che ha rifiutato la scorta nonostante stesse facendo, e la fa tutt’ora, una guerra alla camorra sul campo. E’ stato per 16 anni il parroco di Scampia ed ha avuto il coraggio di attaccare il “plagiatore” residente a New York, ma la Chiesa lo ha trasferito a Pescara perchè il “plagiatore” ha Santi anche nella Curia. Sono sicuro che Saviano, tra pochi anni, sarà un nome sconosciuto per i più, perchè il suo trucchetto del “copia e incolla” è stato scoperto.

  • gdetoffoli@yahoo.it 20 luglio 2018

    Non lo sapevo che uno che ruba le indagini degli altri e le scrive nuovamente, sia uno scrittore, credevo, se le ha messe in bella copia un correttore di bozze. Caspita potrei sentirmi uno scrittore anche io….

  • merighifranco1@gmail.com 20 luglio 2018

    Come cittadino normale ma con chiare idee riguardo l’invasione e alle relative conseguenze tu
    ” sa’ ” che tutto sa’ mi suggerisci e costringi a scegliere il campo in cui mi trovo/troverei meglio .
    O l’autoritarismo come dici di Putin o prendere per mano te e soros uomini di buona volonta’ .
    Be’ tu fai grossi danni a parole e il tuo amico i danni li fomenta con i fatti .
    Scelgo , purtroppo per te , Salvini sperando proprio che dietro l’angolo ci sia Putin .
    Visto cosa ti succede ?

  • VIRGINIA VIANELLO 20 luglio 2018

    Hai ragione Amerigo De Cesari! occorreva dire plagiatore

  • giorgio.conti@unipr.it 20 luglio 2018

    con i suoi libri sulla criminalita’ organizzata, alias camorra, ha ottenuto l’effetto di pubblicizzarla in toto evidentemente contrario aquello che si era prefissato. Una domanda sorge spontanea: come fa il nostro a conoscere cosi’ bene i meccanismi interni di gestione dell'”onorata societa'” ?

    • paologiammancheri@gmail.com 21 luglio 2018

      A giorgio : ma forse niente niente che ne faccia segretamente parte!? Tuttavia rimane un becero violentatore di carta da scrivere….. E per quanto riguarda Putin sarebbe benvenuto anche in casa mia !
      Questo , alla faccia di tutti i vomitevoli “Saviano” della intera Italia…!!!!

  • ftrohxxajdk@tenypk.com 20 luglio 2018

    Che si aspetta a togliere la scorta a saviano ? Chissà, magari gli entra in casa di notte una banda di immigrati e lo sistema a dovere. Sarei curioso poi di sentire cosa ha da dire sull’immigrazione incontrollata… è facile parlare quando si vive protetti.

    • sergix93@gmail.com 20 luglio 2018

      Ma sei fuori di testa? Stai praticamente dicendo che Saviano merita la morte?
      Detto onestamente, io sono d’accordo con Salvini, ma occhio a quello che si dice e che si pensa…

      • ftrohxxajdk@tenypk.com 23 luglio 2018

        Non auguro la morte a nessuno. Dico soltanto che certi personaggi dovrebbero rendersi conto che i comuni mortali vivono senza scorta e sono vittime degli innumerevoli reati commessi dagli immigrati. Se dovesse accadere anche a lui, forse se ne renderebbe conto e parlerebbe diversamente…

  • amerigo.decesari@outlook.it 20 luglio 2018

    Un unico errore nel vostro articolo: definire Saviano “scrittore”!