Moavero: «L’Ue è pronta a modificare presto la missione Sophia»

lunedì 23 luglio 18:29 - DI Redazione

“Nel giro di qualche settimana” si arriverà alla “modifica delle regole operative della missione militare europea Sophia che dovrebbe porre fine allo sbarco delle persone salvate in un unico Paese”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi a Berlino dopo l’incontro con il collega tedesco Heiko Maas. Nel frattempo, ha aggiunto il ministro, “l’Italia garantirà l’approdo nei propri porti di tutte le persone salvate” dalle navi della missione Sophia.

“Nel Consiglio europeo – ha detto inoltre in conferenza stampa a Berlino – è emerso che occorre una responsabilità condivisa già quando le persone vengono salvate, a monte di chi abbia o meno diritto d’asilo”. “Dobbiamo affrontare un lavoro complesso che richiede di spostare l’attenzione dal momento dell’arrivo al momento delle partenze dei luoghi d’origine, alla sorgente e non solo alla foce, intervenendo nei Paesi dove partono, agire sui tragitti di questi tragici spostamenti per lottare contro i trafficanti”, oltre a continuare a operare i salvataggi in mare, ha aggiunto.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gianluca Sala 24 luglio 2018

    E se analizzassimo la situazione?
    1 – i nostri amici tedeschi, francesi, belgi valutano l’idea di rispedire al paese di prima accoglienza tutti i clandestini che non hanno diritto d’asilo o rei
    = i nostri amici fanno una selezione tenendosi a casa la gente perbene che possa effettivamente dare un contributo alle loro nazioni e manda in Italia i criminali, terroristi e gente senza arte ne parte.
    2 – Finalmente, grazie al PD che è stato messo da parte, i nostri amici sarebbero disposti a dare un contentino aprendo “centri controllati”(attenzione: ovviamente solo chi li vuole quindi non loro!) dove, dopo attento esame, verranno rilasciati solo i bambini bravi che ovviamente andranno in Francia e Germania dove forse la troveranno veramente un lavoro.
    = la maggioranza degli immigrati vivrà per un pò nei centri, ma visto che non ci sono accordi coi paesi per il rimpatrio, verranno riversati sui paesi che gli hanno accolti (ovviamente tutta l’Europa è andata in delegazione ufficiale nei vari stati per gestire i rimpatri).

  • gdetoffoli@yahoo.it 24 luglio 2018

    Ottimo, perfetto, come da farsa di regime…..da quale cappello sia stato estratto questo milanese non lo so ma è chiaro che torna in Italia portando gli interessi della Germania….. tanto per dare continuità al governo mattonella,gentiloni, e precedenti ! E’ evidente che l’unico capace di intendere e volere oltre che fare è Salvini ! A questo genio di guerra non gli è mica venuto in mente di dire io apro i porti e tu ti prendi gli sbarcati, No, fa come il conte… dichiara soddisfazione per averlo preso in c..o , ma solo un pezzettino, ma piccolo, che appena si sente,lui! Mentre il paese chissenefrega! Basta, di mezze seg__
    in un governo ai posti delicati dove occorrono intelligenza, basta guardarlo che determinazione, regalategli la Treccani almeno fa qualche ricerca! Salvini come passa agosto smonta tutto……… e la prossima volta da presidente del consiglio il Copasir lo devi ‘reggere’ tu !
    Anche se mattonella sviene e i cattocomunisti espatriano!