Boeri, nuovo attacco al governo: «Di Maio ha perso il contatto, non temo Salvini»

giovedì 19 luglio 18:27 - di Robert Perdicchi

Torna a polemizzare con il governo grillo-leghista il presidente dell’Inps Tito Boeri, che sembra sempre più votato al “immolarsi” sull’altare della politica, magari per provare un rientro sulla scena in qualche partito di centrosinistra. Stavola Boeri, nel corso di un’audizione in Commissione Finanze della Camera, punta direttamente il vicepremier Luigi Di Maio sul tema del Decreto Dignità sui cui si erano abbattute le catastrofiche previsioni dell’Inps. «Affermare che le relazioni tecniche esprimono un giudizio politico significa perdere sempre più contatto con la crosta terrestere», ha detto il presidente Boeri in risposta alle dichiarazioni del ministro, secondo cui la stima contenuta nella relazione tecnica che accompagna il dl dignità, sulla perdita di 8.000 posti di lavoro, è una valutazione politica. Poi Boeri si è spostato sull’altro vicepremier, Matteo Salvini, che ne aveva auspicato il siluramento. «Non posso neanche prendere in considerazione le richieste di dimissioni on line e le minacce da parte di chi dovrebbe presiedere alla mia sicurezza personale».
«Se nelle sedi opportune mi venisse chiesto di lasciare il mio incarico anticipatamente, perché ritenuto inadeguato a ricoprirlo, ne trarrei immediatamente le conseguenze” ma ”non posso prendere neanche in considerazione richieste di dimissioni online», aggiunge. Poi, nel merito delle stime sulla perdita di posti di lavoro con il Decreto dignità, Boeri ha aggiunto: «Le stime sugli effetti delle norme contenute nel decreto legge dignità, di 8.000 posti di lavoro in meno, possono apparire addirittura ottimistiche se si tiene conto che ai lavori in somministrazione vengono estese tutte le restrizioni stabilite dal decreto per i contratti a tempo determinato».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • an.marconcini@gmail.it 20 luglio 2018

    Se Boeri é un parassita Salvini che cos’é ? Vive da sempre di politica e tra una boiata e l’altra a quarantacinque anni é pure diventato ministro e passa tutto il suo prezioso tempo a litigare con Saviano e Asia Argrento e con i balordi che per attirare l’attenzione dei social lo offendono e non vedono l’ora di essere corrisposti.Boeri é alla guida dell’IMPS da pochi anni e a breve il suo mandato scadrà come tutti i mandati.Il nostro Ministrello ha il didietro ben saldo da sempre alla politica intesa come mezzo per fare quattrini col minimo sforzo e si permette addirittura di dire che il presidente dell’INPS è attaccato alla poltrona.Se andranno persi migliaia di posti come previsto dagli industriali italiani che non sono certo politicanti allo sbaraglio e sanno quello che dicono il Ministro fuoricorso da una vita avrà il coraggio e soprattuto il pudore di scollarsi dalla cadrega e di farsi da parte?

  • ftrohxxajdk@tenypk.com 20 luglio 2018

    il nome Tito dice già tutto di questo losco figuro… che però guadagna il doppio del presidente degli Stati Uniti.

  • Laura Prosperini 20 luglio 2018

    ma quanto tempo libero ha Boeri per rilasciare interviste un giorno si e l’altro pure
    ecco, forse, il perchè i suoi calcoli sono completamente sbagliati!!! lavora poco all’Inps!!!!

  • Carpino Vince 19 luglio 2018

    Vai fuori dai c……i porco unaltro parassita senza scrupoli.