Stadio Roma, Lanzalone s’è dimesso da presidente dell’Acea

“L’avvocato Lanzalone ha rimesso il mandato di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Acea SpA”. Così in una nota Acea comunica le dimissioni del presidente implicato nell’inchiesta sullo stadio della Roma e arrestato ieri. “Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 21 giugno 2018, assumerà le opportune determinazioni al riguardo”, conclude la nota. Il  leader del M5s Di Maio aveva chiesto  a Lanzalone di “dimettersi subito”. Il giorno dopo gli arresti per corruzione nell’ambito dell’inchiesta sul nuovo stadio della Roma, il M5s fa i conti con le inevitabili polemiche. La capogruppo in consiglio regionale del Lazio, Roberta Lombardi, in un’intervista a Repubblica sottolinea che il presidente di Acea, Luca Lanzalone, era stato portato a Roma ‘dal gruppo che si occupa di enti locali’, ma rilancia: ‘La differenza fra noi e gli altri dev’essere nella reazione. , l’ex assessore comunale Berdini attacca: ‘E’ peggio di Mafia capitale’.