Narcotraffico, estradato in Italia dal Cile il boss della “Dama bianca”

È rientrato questa mattina a Fiumicino, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della direzione centrale della polizia criminale, Pasquale Fiorente, 40enne di Torre Annunziata, arrestato nel dicembre 2016 in Cile per traffico internazionale di stupefacenti. Dalle prime indagini dei Carabinieri di Torre Annunziata e del coordinamento  internazionale della Divisione Interpol sono stati attivati gli omologhi cileni che hanno fermato Fiorente. Era al vertice di una organizzazione criminale internazionale dedita al traffico di droga tra sud America e Italia, ed era il contatto diretto tra i fornitori sud-americani di Messico, Colombia, Bolivia e Brasile e i cartelli criminali campani.

Estradato in Italia il boss della Dama bianca

L’organizzazione guidata da Fiorente è salita alla ribalta delle cronache per la nota vicenda della “Dama bianca”, Federica Gagliardi, arrestata nel marzo 2013 all’aeroporto di Fiumicino proveniente da Caracas con un trolley contenente 24 chili di cocaina, destinata ad Alessandro Fiorente, fratello e socio in affari di Pasquale. Il 40enne estradato oggi, secondo gli elementi raccolti dal Nucleo investigativo dei carabinieri di Torre Annunziata, raccoglieva il denaro dalle organizzazioni criminali italiane e andava ad acquistare la droga in America Latina provvedendo al trasporto nel nostro Paese. Per far entrare gli ingentissimi carichi di cocaina e hashish in Italia utilizzava tutti i sistemi: soprattutto camion (in una circostanza fu sequestrata una tonnellata di hashish e in un’altra 14 chili di cocaina) e voli di linea. Come quello su cui viaggiava la “Dama bianca”, arrestata in flagrante a Fiumicino.