Migranti, Fedriga taglia i contributi alle Coop. «Sono soldi tolti agli italiani»

lunedì 18 giugno 10:49 - DI Adriana De Conto

Lo aveva promesso Massimiliano Fedriga in campagna elettorale per le Regionali in Friuli che l’hanno incoronato governatore ed ora lo realizza. La politica faraonica per l’accoglienza della giunta precedente a guida Serracchiani va in cantina. Si può dire basta all’ impostazione di questi anni di Pd. Subito tagli sostanziosi. La nuova giunta regionale ha approvato una delibera che taglia fondi del sistema di accoglienza regionale per un totale di 1.153.518 euro, che erano destinati a servizi territoriali, inserimento abitativo, istruzione, educazione, intercultura e formazione professionale. A spiegare perché e in che modo verrano rimodulate le spese per i migranti è stato Pierpaolo Roberti, assessore alle autonomie locali.

Il piano del centrosinistra era di 8 milioni

«Abbiamo ritoccato un piano immigrazione che ci siamo ritrovati e che prevedeva lo stanziamento di risorse per oltre 8 milioni di euro – ha spiegato l’assessore – Riteniamo che, in linea con quanto espresso dal governatore nelle dichiarazioni programmatiche, bisogna cominciare a tagliare queste spese per ridistribuire opportunamente risorse ai cittadini». E così, oltre a risparmiare oltre un milione di euro, ora il Friuli Venezia Giulia impegnerà circa 50mila euro per convincere i migranti a tornare nel loro Paese. Quel che spiega l’assessore è paricolarmente illuminante di quanto la sinistra abbia lasciato a metà i suoi interventi: spese folli per accogliere, zero euro per i rimpatri. Questa, infatti, era l’unica voce di spesa che il Pd aveva lasciato a zero, impedendo ai Comuni di destinare risorse agli stranieri intenti ad avviarsi sulla strada del rientro assistito. La regione risparmierà oltre un milione di euro in due anni, 600mila già nel 2018 – ha aggiunto Roberti .

Alla  prima riunione della giunta, Fedriga si era nettamente detto contrario a questo modo di accogliere, «a una politica migratoria dannosa per la nostra popolazione». Immediato l’attacco della Serracchiani, un attacco al solito fatto di insulti: «Nell’ansia di far propaganda – ha detto l’ex presidente – la Lega in Friuli Venezia Giulia è arrivata al punto di tagliare fondi deliberati dalla precedente Giunta di centrodestra per l’integrazione di stranieri regolari, atti approvati dalla stessa Lega. E di questo Salvini va fiero, siamo all’assurdo».
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Simone.dolce.2004@gmail.com 19 giugno 2018

    Bravo Fedriga,anche se non sono leghista,avanti così!
    Sistema i casini che hanno combinato e che combinano tutt’ora sti pdioti di m****!!!

  • an.marconcini@gmail.it 18 giugno 2018

    Anche i tuoi due lauti stipendi sono soldi tolti agli Italiani.Ti prego non scimmiottare il tuo capo perché una primadonna è più che sufficiente.