Meloni: «I rom devono rispettare le regole come le rispettano gli italiani» (video)

«Non è una questione di etnia, è una questione di sicurezza». Lungo e applaudito intervento di Giorgia Meloni nel corso della trasmissione di Bianca Berlinguer “Cartabianca”. Il tema caldo della trasmissione verteva sul caso del censimento dei rom nei campi nomadi che sono sul territorio nazionale, tema che ha fatto scaldare tanto i buonisti e la sinistra, come se improvvisamente non esistesse un’emergenza sicurezza legata al fenomeno. Senza contare tutte le “mappature” realizzate dalle amministrazioni di sinistra in questi anni, che sono rimaste “sotto traccia” rispetto ai riflettori mediatici che oggi demonizzano il governo. Giorgia Meloni ha ribadito un principio semplice incontrovertibile. «Io dico che i rom vanno trattati come tutti gli altri italiani. Sono uguali a noi e devono rispettare le regole come le rispettiamo tutti noi».

Il che vuol dire: mandare i bimbi dei rom scuola, intervenire nei casi di degrado in cui vengono tenuti i minori, con gli interventi dovuti in cui incorrerebbe una qualsiasi famiglia italiana, essere leali con il fisco. Insomma, i rom che rispettano le regole e si integrano nel tessuto collettivo non sono certo il problema. Il problema è chi non lo fa e rimane “sconosciuto” . «Se io sono un cittadino italiano -specifica la Meloni – allo Stato devo dire dove abito, da quanto ci abito, se sono sposata oppure no, quanti soldi ho in banca, devo pagare fino all’ultimo centesimo di tasse e se non faccio i vaccini mi denunciano. Scusate, si può fare per tutti?». Il problema è la sicurezza, ma si fa finta di non capire.