La disfatta delle truppe boldriniane. Leu: «Ci siamo sciolti come neve al sole»

Le truppe boldriniane. Grasso e i “compagni”. Le scariche di rabbia di Leu contro i cosiddetti razzisti, colpevoli di non volere le porte aperte a tutti gli immigrati, come invece pontificava la presidenta. Buonismo a valanga, salottiero, lontano dalla gente. Proprio le fasce operaie hanno voltato le spalle ai nostalgici della bandiera rossa, quelle fasce popolari tradite da chi continua a non capire l’esigenza di chi soffre quotidianamente le conseguenze delle ipocrisie radical chic. «Sostanzialmente una disfatta. Nelle regioni una volta “rosse”, in modo particolare. Laddove il Pd era più forte più la sinistra perde e Leu non svolge nessun ruolo di recupero. È necessario un nuovo inizio, basato sull’unità, sulla ricomposizione e sulla responsabilità», ammette il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, esponente di Liberi e Uguali, commentando i risultati dei ballottaggi alle elezioni comunali. «La sinistra si è sciolta e va ricomposta. La sinistra deve riunificarsi, mettendo insieme uomini e donne di sinistra, la loro cultura e la loro passione – spiega Rossi – Sarà necessario un lungo cammino in cui la sinistra, armata di umiltà, dovrà ascoltare e mettersi a disposizione dei lavoratori, dei giovani e dei ceti popolari. Per questo, io credo che bisogna andare oltre, oltre il Pd e oltre Leu, per costruire un partito nuovo della sinistra e del lavoro che si ispiri agli ideali del socialismo e ai principi della dottrina sociale cristiana».

«Voglio infine congratularmi con i sindaci di Campi Bisenzio in Toscana, e di Brindisi e di Conversano in Puglia e di Teramo in Abruzzo dove sono stato a fare campagna elettorale, e naturalmente con i sindaci di sinistra eletti – aggiunge Rossi – A chi ha perso e sta all’opposizione faccio l’invito a non demordere e a fare politica a partire dai bisogni dei cittadini e dai valori della sinistra. Ai sindaci toscani tutti, di ogni schieramento, eletti in queste amministrative, faccio i migliori auguri di buon lavoro per il loro nuovo impegno e mi metto a disposizione per affrontare insieme i problemi dei cittadini», conclude Rossi in un post su Facebook.