Evacuato palazzo a Colonia: le teste di cuoio catturano tunisino con arma biologica (video)

Stava preparando un attentato in Germania con un’arma biologica. Con questa accusa è stato arrestato un tunisino a Colonia. Il 29enne custodiva nel suo  appartamento, in un grattacielo della città tedesca, un notevole quantitativo di ricina, una sostanza tossica mortale anche in minime quantità. Le autorità hanno confermato il ritrovamento del veleno. L’accusa per lui è di detenzione per la violazione della legge che regola l’uso delle armi da guerra, ha riferito il procuratore federale.

La polizia di Colonia mercoledì scorso era intervenuta con un massiccio impiego delle forze speciali. Secondo i media tedesci nell’appartamento, oltre ai semi di ricino, sarebbero state rinvenute altre sostanze altamente tossiche che hanno reso necessaria la bonifica della zona rimasta bloccata per ore. Gli inquirenti tedeschi vogliono accertare se il 29enne ha collegamenti con elementi contigui all’estremismo islamico e se, effettivamente, intendesse passare all’azione.