Di Maio serial killer del congiuntivo: «Scusatemi, è l’emozione»

giovedì 14 giugno 16:24 - di Marzio Dalla Casta

Se l’arcivescovo di Costantinopoli si…si…si…arcivescovicostantinopolizzasse? Oppure si arcivescocostantinopolizzerebbe? Buona la prima, certamente. Almeno per quelli che al solo pronunciare la particella “se” sentono partire dal cervello un sibilo d’allarme e perciò la conducono senza esitare nel suo alveo sintattico naturale: il congiuntivo. Non così Luigi Di Maio, la cui familiarità con questo modo dei verbi italiani è a dir poco rarefatta e intermittente. Che non fosse tagliato per sedere tra gli accademici della Crusca, data l’alta frequenza con cui cala consecutio impossibili nel bel mezzo di discorsi e interviste, se n’erano accorti anche gli scolari della quinta elementare. Ma più d’uno, tuttavia, confidava nell’effetto taumaturgico di quella grazia dello stato nascente che solitamente tocca chi viene insignito di onori e di cariche importanti. E invece nisba: né il ruolo di  ministro vicepremier né la sede parlamentare in cui parlava sono riusciti a trattenerlo dallo sferrare l’ennesimo sfregio alla lingua che fu di Dante. «Perdonatemi, è l’emozione», si è difeso a frittata ormai fatta. E meno male che non si è affidato al più comico «io speriamo che me la cavo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Mario TALLARICO 15 giugno 2018

    Di Maio (Di MIAO) oltre a essere un “bamboccione tutto pieno di sè” si sta dimostrando man mano che il tempo passa, incapace di sedere dove attualmente GRILLO lo ha messo complice la “stupidità” degli italiani che ormai sono ridotti in un ammasso di “sterco” per concime.- Non ci accorgiamo (per ignoranaza) che piano piano stiamo uscendo dall’elenco dei paesi che “contano” in Europa.-

    • Carpino Vince 15 giugno 2018

      Povero te! chissa quanta scuola a fatto lei penzo errori non ne fa!!!

  • gallo.sabino@libero.it 15 giugno 2018

    Meglio tenere la bocca chiusa ! Anzi,…” tenerebbe”!

  • mariosmanca35@gmail.com 15 giugno 2018

    Che emozione e emozione! Signor Di Maio, è solo questione di ignoranza. Ignoranza non perché non ha potuto studiare, ma ignoranza perché NON HA VOLUTO STUDIARE! E pretenderebbe di stare al governo! CHE DIO CE NE SCAMPI E LIBERI!
    Mario Salvatore Manca

    • Luciano Ferrario 15 giugno 2018

      Caro Sig. Mario e/o Salvatore, non mi posso certo annoverere tra i “grillini”, pero’ il ” congiuntivo” scappa a tutti, non mi venga a dire che non e’ MAI successo anche a lei come a me quella maledetta circostanza infingarda!, in alcune declinazioni e’ tanto difficile!
      Cio’ non giustifica, non mi giustifico, ma anche questo politico si trova dove e’ per volere democraticamente nostro.
      E allora lasciamo lavorare anche lui e saranno i risultati a render giustizia!
      Ricordi gentil signore che democraticamente abbiamo lasciaro lavorare persone che di congiuntivi non ne azzeccava uno e non solo! Uno per tutti il Dott. Di Pietro in diversi incarichi istituzionali, ma la fila e’ lunga, ricordi!
      E’ una moda moderna sputar sentenze su chi non ci piace (e sfortunatamente oggi e’ fattibile, complici i nuovi mezzi di comunicazine allargata), non rispettando, anzi calpestando allegramente, i diritti altrui nonche’ il rispetto dell’altrui persona e pensieri.
      Provi pertanto ad ampliare il suo orizzonte e vedra’ che ci sono molti altri ben pensanti come lei, ma anche con idee diverse dalle sue ed a lei IGNOTE (dal sostantivo: ignorante)!
      Buona giornata