Cresce l’insonnia nei bambini: cause genetiche ed errori dei genitori

Insonnia nei bambini, incubo dei genitori. Si calcola che nel mondo industrializzato il 25% dei piccoli “under 5” soffra di disturbi del sonno, mentre dopo i 6 anni e fino all’adolescenza la percentuale si attesta intorno al 10-12%. Rispetto a 100 anni fa, i bambini nel mondo occidentale dormono in media 2 ore in meno. Le cause principali? I ritmi frenetici, l’aumento delle luci artificiali e l’utilizzo sempre più precoce degli strumenti elettronici. Ma questi problemi possono avere effetti negativi sulla salute e sulla qualità della vita del bambino, come anche dei genitori. Se ne parla al 74° Congresso della Società italiana di pediatria (Sip) a Roma. Cosa si intende per disturbi del sonno nel bambino? I più comuni sono insonnia (20-30%), parasonnie (25%), disturbi del ritmo circadiano (7%), disturbi respiratori del sonno (2-3%), disturbi del movimento legati al sonno (1-2%), ipersonnie (0,01-0,20%). «I disturbi del sonno nel bambino si possono manifestare a diverse età – sottolinea Marco Angriman, neuropsichiatra infantile, Servizio di Neurologia e Neuroriabilitazione per l’età evolutiva, Ospedale Centrale di Bolzano – nella prima infanzia predominano difficoltà di addormentamento e risvegli frequenti, parasonnie (ad esempio pavor notturno o risvegli confusionali) o disturbi respiratori del sonno (ad esempio sindrome delle apnee ostruttive), mentre nelle età successive possono comparire con maggiore frequenza disturbi del ritmo circadiano e disturbi del movimento correlati al sonno, e soprattutto in adolescenza, disturbi legati alla scarsa igiene del sonno, favoriti dagli stili di vita scorretti». Tra le cause, hanno un ruolo importante i fattori genetici (studi sui gemelli e sulla familiarità hanno dimostrato, per esempio, una forte influenza genetica nell’insonnia) e l’ordine di nascita: alcuni studi riportano una maggiore frequenza di insonnia nei primogeniti e nei figli unici.

Gli errori di comportamento dei genitori possono, invece, manifestarsi durante i risvegli, tra…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi