Casa Mia – Milano

Casa Mia
Viale Regina Giovanna, 22 – 20129 Milano
Tel. 02/29405148
Sito Internet: www.casamiamilano.it

Tipologia: cocktail bar
Prezzi: cocktail 8\15€
Giorno di chiusura: mai. Aperto solo la sera, tranne il Sabato

OFFERTA
Casa Mia è il locale ideale dove potersi recare con gli amici, con il proprio partner o anche semplicemente da soli, sentendosi sempre a proprio agio come nel salotto di casa propria. Nell’ultimo anno è cambiato il bartender, (Teo Stafforini ha deciso di tornare a Pavia, ironia della sorte, per aprire “Radici”) ma a Casa Mia non è cambiata la qualità, infatti, la nuova drink list è più varia e ricca di contrasti come il suo ideatore, il barman Federico Pouchain. Lo dimostrabo anche i due cocktail da noi assaggiati: l’AnakinBurning e Frank where are you?. Il primo è un omaggio al celebre film Star Wars e viene servito in una tazza dalla sembianze di Darth Fener in cui troviamo gin, laphroaig 10, lime, bitter aromatico e ginger beer, un cocktail fresco e dissetante, ricco di contrasti molto interessanti, mentre il secondo è un omaggio a un affezionato cliente nel quale è stato miscelato tutto quello che a lui non piace (maker’s mark bourbon, Cointreau, melone centrifugato e aceto balsamico di Modena) e che mette in risalto la bravura del barman che ama miscelare ingredienti inusuali come ad esempio, l’aceto balsamico. A Casa Mia è stato ampliata anche l’offerta della cucina, con diverse varianti di tartare, selezione di affettati e formaggi, couscous e lasagne alla bolognese. Da segnalare, infine, le ultime due novità, il drink delivery e il B&D (Bed and Drink), ovvero una camera da letto da utilizzare nel caso abbiate apprezzato troppo la nuova Drink List.

AMBIENTE
Il locale, come lascia intendere il nome, è pensato proprio come a un’abitazione privata, con una zona lounge composta da comodi divani, un’altra con il bancone e i tavolini e le sedie dove poter stuzzicare qualcosa. Tutto l’ambiente è caratterizzato da luci soffuse che lo rendono caldo ed accogliente.

SERVIZIO
Cortese e sorridente.

Recensione a cura di: Il Saporaio – La Pecora Nera Editore –