Velisti dispersi alle Azzorre: interviene anche la nostra Marina Militare

La Marina Militare interviene con i suoi mezzi per i velisti dispersi (Aldo Revello di La Spezia e lo skipper Antonio Voinea, spariti dal 2 maggio scorso nell’oceano Atlantico, tra le Azzorre e la costa del Portogallo). «Nave Alpino – si legge in un tweet della Marina – effettuerà 7/8 maggio, ambito transito in quelle acque, ricerca con elibordo. Portogallo informato che iniziativa è su base non interferenza ma mirata a ottimizzare intervento visto transito nostra unità».

L’appello della moglie del velista disperso alle Azzorre

«Noi chiediamo che queste ricerche vengano riaperte, perché siamo convinti che loro sono ancora lì, sono in mare. C’è la possibilità che non siano nella zona in cui sono stati cercati. Secondo Giovanni Soldini, le ricerche andrebbero fatte 40 miglia oltre. Su una zattera con un po’ di onde e di corrente sei arrivato molto più in là». Così a Rainews24 Rosa Cilano, la moglie dello skipper spezzino. «Dalla Farnesina – ha aggiunto – non abbiamo avuto altra notizia se non che le ricerche sono state chiuse e ci sono indagini di routine in corso». «Sto ricevendo un supporto straordinario dal web di tantissima gente che già conoscevamo e altri che non ci avevano mai visti o ci conoscevano appena», ha concluso la moglie di Revello.