Salvini: «Possiamo fare molto, nessuno ci metta i bastoni fra le ruote»

sabato 19 maggio 17:54 - di Redazione

«Sono fiducioso» sulla formazione del governo, «abbiamo già fatto un lavoro che non è mai stato fatto nella storia della Repubblica italiana, ossia definire un programma punto per punto da rispettare mese per mese. E se qualcuno non rispetterà questo programma, salta tutto». Lo ha detto leader della Lega, Matteo Salvini, a margine della visita a un gazebo a Milano. I temi più richiesti dagli elettori della Lega «sono quelli sulla sicurezza, sull’immigrazione, sulla legittima difesa, da subito una riduzione fiscale, da subito la chiusura delle liti con Equitalia, da subito la revisione della legge Fornero. Si possono fare tante cose. Spero che nessuno in Europa e in Italia ci metta i bastoni fra le ruote».

«Il premier sarà un professionista incontestabile»

Salvini non poteva mancare di parlare del premier della coalizione giallo-verde.  Sarà «una figura che vada bene a entrambi con esperienza professionale incontestabile e che condivida e abbia contribuito alla stesura del programma». «Le idee» -continua – sul nome del prossimo presidente del Consiglio «le abbiamo», ma «per rispetto lo facciamo prima al presidente della Repubblica».

«Il centrodestra è più granitico che mai»

Il leader della Lega parla inoltre dei rapporti con Forza Italia, che in questi giorni paiono burrascosi. Il centrodestra – assicura – «è più vivo che mai, granitico». A chi gli chiedeva se Silvio Berlusconi farà il premier Salvini ha risposto che “se si tornerà a votare, si candiderà premier, ognuno ha le sue ambizioni. Ma gli italiani hanno già votato il 4 marzo». E con la leader di FdI, Giorgia Meloni, «ho parlato tanto e parlerò ancora», ha aggiunto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giulia.piacentini@virgilio.it 20 maggio 2018

    Non so chi designeranno,ma se come dicono ai radiogiornali è un pentastellato c’è da incazzarsi veramente perchè in Europa deve andare una persona alla Salvini non alla Di Maio che se lo divorano in un boccone.

  • davidepierco@tiscali.it 20 maggio 2018

    L’ALTERNATIVA ERA IL GOERNO TECNICO GIA’ PRONTO E QUINDI ALTRI CLANDESTINI, ALTRE TASSE, ALTRA AUSTERITY PER PAGARE I DEBITI DELL’EUROPA E DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE…INSOMMA PIENA ERA GOVERNO PD….IO HO FIDUCIA, ALMENO STANNO LAVORANDO CON IL MANDATO DEL NOSTRO VOTO.

  • MASSIMILIANO POLLA 20 maggio 2018

    .. se permette che blocchino la TAV, lo vado a cercare in via Bellerio!

  • FRANCO_CARBONI@LIBERO.IT 20 maggio 2018

    HO VOTATO LEGA MA ORA DICO AI COLLABORATORI DI SALVINI: TOGLIETEGLI IL VINO DURANTE I PASTI.

  • Mauro Colella 20 maggio 2018

    ai fatto molto di piu’,prendendo per il c…o chi ti a votato,te sei vennuto pe na poltrona mo divertete a fa la spalletta ar venditore de gazzose, le persone serie sono molto lontane dal tuo operato adesso accetta le conseguenze,buon divertimento e salutame tanto er pupazzo.

    • Giovanni Acquaviva 20 maggio 2018

      @Franco E perché, di grazia? Cosa ha detto di diverso dal programma con cui si è presentato alle elezioni e per cui LEI lo ha votato? Anch’io ho votato Lega e tornerò a votarlo, sperando che i suoi alleati lo aiutino, anziché continuare a sabotare l’enorme lavoro che sta facendo anche per loro.

  • depalma.aurora@libero.it 20 maggio 2018

    A me nn preoccupa Salvini, nn preoccupa di maio. hanno deciso di guidare gli italiani in maniera seria e così sarà. Mi preoccupano le giravolte dell Europa che vorrà a tutti i costi deteriorare questo rapporto a due, per effetto ed a vantaggio di una forza superiore che è la globalizzazione. MI PREOCCUPA MOLTISSIMO. E POI LA DETERMINAZIONE DELLA SINISTRA CHE HA RIVELATO CHE FARà OPPOSIZIONE DURA…. E PER LORO QUESTO TIPO DI OPPOSIZIONE SIGNIFICA tutto…… Berlusconi DOCET

  • giorgio.conti@unipr.it 20 maggio 2018

    corretto, i contratti si devono rispettare, d’altra parte cio’ che e’ stato scritto e pubblicato, a meno che non vi siano postille segrete e nascoste, e’ sicuramente condivisibile, come gia’ affermato: meglio barbari che schiavi, a parte il fatto che la Storia insegna che i barbari erano storicamente ben altri, cioe’ quelli che adesso pretenderebbero di fare i maestri, meditate gente e studiate.

  • simef@tiscali.it 20 maggio 2018

    Credo nella buona fede di Salvini ma avanzo molte riserve su Dimaio che sembra essere un emulo di Berlusconi con le tutte le sue contraddizioni!!!!!

  • dcosmidi@otenet.gr 20 maggio 2018

    ho letto il prograqmma da sottoscrivere. Se le cose scritte vengono rispettate, come i provedimenti per i Roma, il rafforzamento delle forze d’ordine con nuove tecnologie, le telecamere nelle scuole e le stategie da prendere per eliminare la cladestina immigrazione sono fatti fondamentali che vengono applicate per comminciare a funzionare lo Stato. Pero fatti NON CHE TUTTO RIMANGA NELLE CARTE.

  • aadriana@sfera.biz 20 maggio 2018

    BRAVO SALVINI E’ PROPRIO ORA DI GIRARE PAGINA

  • sergio.poni@libero.it 20 maggio 2018

    I temi concordati non sono più quelli del programma del Centro destra e se ci sono sono talmente modificati da non sembrare più quelli.

  • franco.norello@alice.it 20 maggio 2018

    Io dei Di Maio-Grillo-Casaleggio & C non mi fido. Non lascereire in loro mani nemmeno la custodia di un gatto morto.

  • mariosmanca35@gmail.com 20 maggio 2018

    Giulio mi ha rubato le parole. Bravo. Ma ora il sig. Salvini e il sig. Di Malo, pardon Di Maio, si facciano da parte e facciano gli adulti – che non sono.
    Mario Salvatore Manca

    • Giovanni Acquaviva 20 maggio 2018

      Neanche io mi fido dei grillini, ma… l’alternativa qual’è? Mi fanno veramente andar giù di testa tutti questi grandi giornalisti, questi soloni della politica, a partire da Feltri e vespa, che tuonano dal pulpito e continuano a infamare il nuovo governo, prima ancora che sia stato fatto, ma non propongono alcuna alternativa! Ad oggi, questa è la meno peggio, quindi bisogna solo cercare di far sentire il peso della coalizione di CDX e di aiutare Salvini, votando compattamente le sue proposte e opponendosi a quelle di chiara provenienza grillina, come la chiusura della TAV e dell’Ilva ad es.

  • serenalastrucci@yahoo.it 20 maggio 2018

    sta facendo molto per noi. già il fatto che non voglia massoni del governo ci aiuta moltissimo, evitando le logge di sudditanza e di do ut des tra loro e non a noi. lasciamolo lavorare, non è solo, purtroppo e per aiutarci a qualche cosa deve rinunciare e noi assieme a lui. lasciamolo lavorare e non cominciamo a mettergli i bastoni tra le ruote già da adesso….vediamo. O volete andare a votare e ritrovarci Renzi e Verdini e Berlusconi europeisti adesso come pochi, gli uni per salvare le poltrone e i solducci avuti e l’ultimo per salvarsi le aziende?

  • ydobrovic@yahoo.com 19 maggio 2018

    L’elenco della spesa un programma di governo?Costui si stà coprendo di ridicolo

  • giulioarditi@libero.it 19 maggio 2018

    qualcosa di buono poteva e doveva farlo ieri, per l’imprenditore Bramini, quello non pagato dallo Stato e pure sfrattato di casa, ma non ha fatto proprio nulla. Di chi si preoccupa? Inizi a preoccuparsi del socio Di Maio, che da 60 giorni ogni giorno cambia opinione, ora già dice il contrario di quello che ha appena scritto sul “contratto”: NO-TAV!

    • jaqueline.80@live.it 20 maggio 2018

      veramente si Salvini che di Maio erano da Bramini ieri….

    • riandree@yahoo.com 20 maggio 2018

      Per quanto riguarda Bramini non poteva fare niente di niente di niente. se ci fossero stati più elettori coraggiosi che lo avessero votato il 4 marzo a quest’ora ci sarebbe da mesi un governo di centrodestra con lui alla guida e allora sarebbe stato possibile fare qualcosa. chi non ha titoli per criticare non dovrebbe farlo, dimostra solo la sua pochezza. mi stia bene

      • giorgio.conti@unipr.it 20 maggio 2018

        approvo e mi congratulo.

    • riandree@yahoo.com 20 maggio 2018

      per quanto riguarda gggigggino si impiccherà da solo e presto perché il MO VI MENTO non è un partito politico ma il figlio del defunto casaleggio e dello psicoguitto genovese. senza credo senza morale senza etica senza integrità senza preparazione. volevano arrivare alla poltronissima e ci sono riusciti. non riusciranno a mantenerla perché, come si dice, il diavolo fa le pentole ma non ai coperchi. prepariamoci a nuove elezioni fra qualche mese, e spero in un numero maggiore di elettori che permettano alla lega di fare ciò che è nel loro programma da mesi e che io ho votato…

      • giorgio.conti@unipr.it 20 maggio 2018

        idem con “patatine”