Salvini: «Possiamo fare molto, nessuno ci metta i bastoni fra le ruote»

«Sono fiducioso» sulla formazione del governo, «abbiamo già fatto un lavoro che non è mai stato fatto nella storia della Repubblica italiana, ossia definire un programma punto per punto da rispettare mese per mese. E se qualcuno non rispetterà questo programma, salta tutto». Lo ha detto leader della Lega, Matteo Salvini, a margine della visita a un gazebo a Milano. I temi più richiesti dagli elettori della Lega «sono quelli sulla sicurezza, sull’immigrazione, sulla legittima difesa, da subito una riduzione fiscale, da subito la chiusura delle liti con Equitalia, da subito la revisione della legge Fornero. Si possono fare tante cose. Spero che nessuno in Europa e in Italia ci metta i bastoni fra le ruote».

«Il premier sarà un professionista incontestabile»

Salvini non poteva mancare di parlare del premier della coalizione giallo-verde.  Sarà «una figura che vada bene a entrambi con esperienza professionale incontestabile e che condivida e abbia contribuito alla stesura del programma». «Le idee» -continua – sul nome del prossimo presidente del Consiglio «le abbiamo», ma «per rispetto lo facciamo prima al presidente della Repubblica».

«Il centrodestra è più granitico che mai»

Il leader della Lega parla inoltre dei rapporti con Forza Italia, che in questi giorni paiono burrascosi. Il centrodestra – assicura – «è più vivo che mai, granitico». A chi gli chiedeva se Silvio Berlusconi farà il premier Salvini ha risposto che “se si tornerà a votare, si candiderà premier, ognuno ha le sue ambizioni. Ma gli italiani hanno già votato il 4 marzo». E con la leader di FdI, Giorgia Meloni, «ho parlato tanto e parlerò ancora», ha aggiunto.