Putin inaugura il ponte tra Russia e Crimea. Alla guida di un camion (video)

A bordo di un poderoso camion Kamaz, il presidente russo Vladimir Putin ha inaugurato oggi il ponte sullo stretto di Kerch, ovvero il ponte lungo 19 chilometri che collega la Russia e la Crimea. «Andiamo», ha detto il leader del Cremlino prima di saltare nel veicolo prodotto in Russia, facendo eco a una famosa frase attribuita al primo uomo nello spazio, il cosmonauta sovietico Yury Gagarin.

Seduto accanto a Putin, mostrato dalla tv nazionale alla guida del camion arancione acceso, il direttore di una delle società che hanno costruito il ponte, Alexander Ostrovsky. Circa 35 veicoli, tra cui autocarri, betoniere e gru, facevano parte del convoglio che ha inaugurato il ponte con il veicolo di Putin. Secondo i media russi, la sezione stradale del ponte, lungo 19 chilometri, sarà aperto al traffico da domani. «In diversi momenti della storia, anche sotto lo zar, il popolo ha sognato che questo ponte venisse costruito. Ci hanno provato negli anni ’30, ’40 e ’50, e finalmente grazie al vostro lavoro e al vostro talento, questo progetto, questo miracolo si è avverato», ha detto Putin, rivolgendosi agli operai presenti alla cerimonia.

Questa è una «giornata eccezionale, festosa e storica per la Russia», ha aggiunto. Il presidente russo ha anche espresso gratitudine agli ingegneri, agli ecologisti, agli archeologi, agli scienziati, ai progettisti, agli ideatori del progetto che «senza alcuna esagerazione mettono gli interessi generali dello Stato al di sopra dei loro interessi personali e di gruppo». Putin ha quindi definito la costruzione del ponte «un risultato straordinario che rende la Crimea e la leggendaria Sebastopoli ancora più forte e tutti noi più vicini gli uni agli altri». «Ciò contribuirà a sviluppare l’economia con un nuovo ritmo, con una nuova qualità e con un miglioramento degli standard di vita», ha concluso il presidente russo.

Video