Picchiano un 15enne e lo minacciano per estorcergli denaro: in manette 2 minorenni

giovedì 10 maggio 15:26 - DI Redazione

Milano, finiscono in manette 2 minorenni, giovani all’anagrafe ma decisamente smaliziati rispetto a certe degenerazioni criminali. Sono minorenni eppure le modalità delinquenziali con cui dimostrano di avere dimestichezza sono decisamente quelle di malviventi adulti e incalliti. Sono minorenni, e hanno agito contro un loro coetaneo incutendo paura e soggezione poco consone alla loro età. Sono minorenni, eppure sulle loro teste grava già una denuncia per estorsione e lesioni ai danni di un 15enne. Sono minorenni, eppure già hanno vissuto l’esperienza di un arresto: quello realizzato dagli agenti del commissariato Scalo Romana.

Estorsioni e lesioni contro un 15enne: in manette 2 minorenni

Le accuse nei confronti dei due ragazzi arrestati, di 15 e 16 anni, sono di estorsione e lesioni. Durante una lite con la vittima, di 15 anni, uno dei due, un giovane di origini sudamericane residente in Italia, lo ha colpito con un ombrello di legno, fino a spezzarglielo addosso. Poco dopo la colluttazione l’atro ragazzo, un complice del primo, si è ripresentato alla vittima chiedendogli un risarcimento di 7.000 euro per aver rotto il telefono dell’amico. Negato il denaro che i due avrebbero voluto estorcere, il 15enne è diventato automaticamente il bersaglio di numerosi messaggi telefonici, che intimavano al giovane di pagare dietro la minaccia di ritorsioni. E così, all’ennesimo ricatto, la giovane vittima, dopo aver presentato una denuncia al commissariato di Scalo Romana, ha accettato un incontro con gli estorsori: incontro al quale si sono presentati anche gli agenti, che hanno arrestato i due, portandoli al carcere Beccaria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *