Notte brava a Milano finita nel sangue: 22enne accoltellato a morte dall’amico

Una notte folle a Milano: una serata di eccessi, tra abusi di alcol e di droga, finita nel sangue, con un 22enne rimasto sull’asfalto, accoltellato a morte dall’amico 28enne. Bastava che tra i due protagonisti della vicenda, che si è conclusa con la morte di uno di loro per mano dell’altro – un amico – almeno uno avesse retto meglio alla sbornia e ai fumi obnubilanti della cocaina, e invece…

Milano, 22enne accoltellato a more dall’amico

Invece la temperatura tra i due è diventata improvvisamente incandescente: e oggi, uno di loro non c’è più, mentre l’altro ha devastato la sua esistenza macchiandosi le mani di sangue. E allora, un ragazzo è stato accoltellato a morte, la scorsa notte a Milano, da un amico, ora arrestato per omicidio. L’accoltellamento, su cui indagano gli uomini della questura di Milano, è avvenuto in via Meucci, all’altezza del civico 27, quando era all’incirca l’1.15. In manette è finito Matteo Villa, 28 anni, il quale dopo aver trascorso la serata con la compagna e l’amico William Lorini, 22 anni, «consumando alcol e cocaina» a dire degli investigatori, ha cominciato improvvisamente a litigare in strada con l’amico, suo compagno di eccessi per tutta la serata.

La lite, il fendente, la morte in ospedale, al San Raffaele

Poi, secondo una dinamica ancora in parte da ricostruire, sembra che il 28enne sia salito nell’appartamento della compagna per poi scendere armato di un coltello e ferire all’addome il 22enne che si era a sua volta munito di una livella. Poi il fendente mortale. Il giovane ferito che viene trasportato in codice rosso all’ospedale San Raffaele, dove è deceduto poco dopo. Il fermo del killer e lo sgomento per una notte brava, finita nel sangue ancora non si sa perché…