Mattarella, stop al voto: “Serve un governo neutrale fino a dicembre”

lunedì 7 maggio 20:10 - DI Redazione

«Non c’è alcuna possibilità di formare un governo sostenuto da una maggioranza frutto di un accordo politico». Il presidente Sergio Mattarella, al termine del terzo giro di consultazioni certifica quello che appariva sempre più chiaro in questi due mesi. «Ho chiesto alle varie forze politiche se vi fossero nuove possibilità d’intesa, registrando che non ve ne sono. In mancanza di accordi, le forze politiche consentano che nasca un governo neutrale, di servizio». Così il capo dello Stato specificando che l’esecutivo in questione dovrebbe essere «un governo che arrivi fino a dicembre per mettere a punto Manovra e Def ed evitare l’aumento dell’Iva. Senza fiducia, si andrà al voto in estate».

Mattarella: “Il governo Gentiloni non può essere prorogato”

«Fin dall’inizio delle consultazioni – ha premesso Mattarella – ho escluso che potesse essere formato un governo di minoranza, che condurrebbe alle elezioni, più rispettoso che allora a portare alle elezioni sia un governo non di parte». Il presidente ha escluso anche la possibilità di lasciare il cerino ancora in mano all’attuale esecutivo. «Il governo presieduto da Gentiloni ha esaurito la sua funzione e non può essere ulteriormente prorogato, quindi è doveroso dare vita a un nuovo governo, non si può attendere oltre. Continuo ad auspicare un governo con pieni poteri, che abbia titolo pieno per rappresentare l’Italia nell’Unione europea».

Mattarella: “Non conviene il voto a luglio o in autunno”

«Può essere utile che i partiti si prendano ancora del tempo, ma nel frattempo in mancanza di accordi, l’auspicio di Mattarella è «che i partiti permettano con un voto di fiducia la nascita di un governo neutrale». Il voto a luglio? Quella del presidente è una doccia gelata per chi l’aveva proposto. «L’alternativa – dice Mattarella – sarebbe indire elezioni subito, ma significherebbe votare in estate, quindi impendendo a molti elettori di partecipare». E allora si vota in autunno? Neanche per sogno. «Votare a inizio ottobre – dice Mattarella – potrebbe essere un’alternativa: ma comporterebbe il rischio di non poter approvare la Finanziaria e quindi non scongiurare l’aumento dell’Iva. Va tenuto anche conto che ci debbano essere i tempi minimi per la partecipazione elettorale. Spero che i partiti abbiano il senso di responsabilità per evitare che per la prima volta il voto popolare non produca alcuno effetto, che una legislatura finisca prima ancora di iniziare».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 9 maggio 2018

    Cara Giorgia Meloni, quali sono le armi a disposizione del popolo per far fare qualche cosa a Mattarella ? Se esistono , allora bisogna usarle. L’Italia non puo’ piu’ aspettare i comodi di lui e di quel ragazzino. PER FAVORE !!!!!!

  • Giuseppe Forconi 9 maggio 2018

    Le ho lette tutte, una sola mi piace e bisognerebbe farlo. Tutti in piazza davanti alla Camera, o si fanno nuove elezioni o l’Italia si blocca fino a quando Mattarella non cede. Ma il blocco dovrebbe essere totale, trasporti, aerei, ospedali, industria, TV, Radio, ecc, ecc. paralisi totale. Vi assicuro che dopo trenta secondi si va al voto. Non hanno ancora capito che noi li votiamo, ma sono e saranno sempre nostri dipendenti, perche’ e’ il popolo che decide. Quindi la prossima volta pensiamoci due volte prima di mandare su quelle sedie personaggi incapaci.

  • redstar@google.com 8 maggio 2018

    I have no belief in Mattarella, he is a puppet of Napolitano, can not make a decision on his own merits…it’s a waiting game! And the Conservative vote will not win…you will have the communists and the PD radicals..

  • amerigo.lori@alice.it 8 maggio 2018

    Governo “neutrale” composto esclusivamente da personaggi del PD: un governo per il cambiamento?

  • vivianep39@gmail.com 8 maggio 2018

    Lo sapevo il Matta e il burattino con il brevetto.

    ITALIANI ALZATEVI ANDATE AL GOVERNO IN PIAZZA A PROTESTARE E RIMANETE LI FINO A CHE NON SI VOTA SUBITO, SENZA UN GOVERNO DI TRANSIZIONE CHE CI FARA FINIRE NELLA M…A FINO AL COLLO. ALZATE IL C..O DALLA SEDIA PER NON DARE LE POLTRONE A QUESTI CIALTRONI E LADRI, SAREMO SOPRAFFATTI DALLO TSUNAMI NERO E IL GOVERNO MATTA CONTINUERANNO A FARSI I SOLDI IN TASCA.

    IN PIAZZA IN PIAZZA IN PIAZZA!!!!!!!!!!!!

  • carla.rotili@yahoo.it 8 maggio 2018

    Concordo con quanto ha detto Angela, se i 5 stelle non avessero messo veti ora ci sarebbe un Governo.

  • ettorefrancobello@gmail.com 8 maggio 2018

    Non esendo mai stati e non avendo conosciuto culturalnente o storicamente nulla si credono statisti,
    Perché sono ignoranti. La politica è arte, diplomazia, In politica non si è mai categorici. In politica è tutto possibile. Anche l’imposibile! Occorrono però persone capaci.Nel nostro caso non abbiamo politici, Ma solo figuri che si rifiutano perfino di stare al tavolo Per discutere. Evidentemente non sono capaci nemmeno di discutere.
    HANNO PAURA DI SE STESSI.

    Non so se si siano resi conto che una cosa è La protesta PER PRENDERE VOTI,
    Ben altra cosa è LA PROOOSTA PER TENTARE DI GOVEFNARE.

  • merighifranco1@gmail.com 8 maggio 2018

    Bene . . . aspettiamo maggio-giugno-luglio-agosto-settembre .
    Votiamo forse ottobre e nuovo governo di centrodestra a novembre .
    Totale circa 7 mesi quindi uguale a circa 100000 irregolari in piu’ solo da sbarchi .
    Piu’ o meno una media di 2000 immigrati in PIU’ in ogni citta’ Italiana (sono 50 le citta’ piu’ importanti) .
    Se SOLO il 10% commetteranno atti criminosi ci saranno di media 200 potenziali crimini in ogni citta’
    ed io penso “al giorno” ed anche molto di piu’ non scoperti denunciati o rivelati dato che sono tanti .
    Quindi divulgare-martellare sui misfatti piu’ cruenti . . . bastera’ a convincere gli indecisi .
    Lasciate fare a mattarella e suoi : piu’ sbarchi piu’ voti al CENTRODESTRAUNITO .

  • giorgio.conti@unipr.it 8 maggio 2018

    situazione ilare se non fosse seria e preoccupante. Salvini, a conti fatti, vuole il voto perché “sente” che da FI vi saranno transumanze, DiMaio vuole il voto perché sente che e’ in atto una emorragia considerevole di consensi e vuole mettere il classico laccio emostatico quanto prima, il Cav. dice che va bene ma pone il classico paletto dicendo che il voto a luglio vedra’ gli italiani in vacanza (??????????), e con quali soldi? quindi non e’ il caso ( il motivo vero e’ quello su esposto), il PD sta con Mattarella, come dicono in quel di Roma, e ce’ credo!. Ultima considerazione: concordo con quanto gia’ scritto da qualcuno col dire che Pertini avrebbe gia’ risolto dando il mandato a Salvini.

    • gdetoffoli@yahoo.it 8 maggio 2018

      Bravo Giorgio, indicano al popolo bue la luna con un dito, per distrarre lo sguardo e le poche energie intellettive rimaste…. se un presidente avesse mani libere invece che dover tenere conto di chi lo ha messo la’ ( ? ) ; a, situazione straordinaria un uomo con potere e volere si sarebbe iscritto nella storia invece che nel libro contabile di bordo !!!! Gli Italiani hanno la possibilità di dire alla massima carica dello stato che non è lui che ci rappresenta; che sta rappresentando gli interessi di chi ci vuole schiavi. Mi iscrivo alla lunga lista di chi preferirebbe un morto che non può più fare male ad un vivo che ne fa impunemente!

  • marioboscolo1959@gmail.com 8 maggio 2018

    Il vero problema è l’europa. Non potremo continuare a pagare tassi da usura all’europa e nemmeno potremo continuare ad accogliere abusivi. Piaccia o meno si deve uscire da questa europa o perlomeno ritrattare gli accordi (cosa che non accetteranno), quindi alla fine ne usciremo, e gli stranieri abusivi verranno rimpatriati. Sopratutto va cancellata dall’italia la parola islam, quella qui non deve esistere, va messo fuorilegge e le condizioni devono essere chiare. Qui non esiste islam, non esiste ramadan e non esiste burqua, se vuoi rimanere ti adegui, altrimenti vattene pure altrove.

  • pg19pmvr@gmail.com 8 maggio 2018

    Bisognerebbe mettere in un “conclave” i responsabil dei tre maggiori partiti Forza Italia,M5S e Pd,chiudere la porta,sigillarla e aprirla solo dopo raggiunto un’accordo: In pochi giorni si accorderanno in qualche modo..

    • marenzo@bigpond.com 9 maggio 2018

      Bravo Mario Boscolo. Sono d’accordo con te oh segueno le nostre leggi oh ritornano da dove sono venuti.

  • caroli_alessandro@fastwebnet.it 8 maggio 2018

    Più che un governo “fino a dicembre”, serve un vero presidente della Repubblica. Senza voler “santificare” nessuno, sono convinto che Pertini avrebbe dato l’incarico a Salvini, semplicemente perché aveva più senso della realtà di costui.

  • gabrielepellegrini654@gmail.com 8 maggio 2018

    …magari fosse una banda rossa, è solo una banda di delinquenti!

  • guiri@libero.it 8 maggio 2018

    Dietro c’è sempre Napolitano! Altro esecutivo non eletto dal popolo sovrano con il defunto PD e con um premier rosso Dovremmo dire basta a questi giochini di palazzo. Possibile che non ci si rende conto che siamo sotto dittatura comunista.

  • gaetanobattista@yahoo.it 8 maggio 2018

    Ma perchè quei buffoni di vincitori che volevano cambiare l’Italia e creare la terza repubblica,dopo essersi spartite tutte le poltrone disponibili in parlamento non decidono di fare una staffetta con il premier ape maio prima e Salvini dopo.Due anni e mezzo l’uno e due anni e mezzo l’altro.Due vigliacchi che hanno paura di governare perchè sanno di non poter mantenere le promesse elettorali.

  • beggio.sergio2014@libero.it 8 maggio 2018

    vergognati Mattarella I VOTI CI SONO. E fai questo Governo..

  • eleonora4198@virgilio.it 8 maggio 2018

    ma avete visto le facce di quelli che vuole mattarella ? una vergogna . nessun altro commento che è rimasto nella tastiera . eleonora ferrari

  • beggio.sergio2014@libero.it 8 maggio 2018

    vergognati Mattarella I VOTI CI SONO.

  • 8 maggio 2018

    La soluzione ci sarebbe se in Italia esistesse un generale degno di tale titolo…..in 24 ore si formerebbe un governo dei militari, si eliminerebbe la feccia da palazzo madama e da montecitorio, si rinnoverebbero i vertici delle forze armate e soprattutto si potrebbero finalmente giudicare con un processo i presidenti fino ad oggi illeggittimi e tutti i deputati e senatori degli ultimi 15 anni

  • 8 maggio 2018

    Basterebbe reinserire il premio di maggioranza nella legge elettorale (bastano 2 righe e pochissimo tempo) e il gioco è fatto.
    Solo così si avrà un esecutivo capace di governare.
    Se non l’avessero tolto,a suo tempo,oggi avremmo un governo di centrodestra nel pieno potere di governabilità.

  • cardi.f@web.de 8 maggio 2018

    Il solito colpo da “gran maestro” della massoneria di stato o, detto altrimenti, il solito colpo di stato del gran maestro massonico…

  • sorgiorgio.gs@gmail.com 8 maggio 2018

    Comanda Re Giorgio

  • giorgiodelillo@gmail.com 8 maggio 2018

    “che per la prima volta il voto non produca nessun effetto”???…. ma cosa dice questo esaurito di un Presidente?!!!! Ma se sono anni che andiamo a votare e poi ci rifilano il governo che vogliono loro!!!!
    E anche questa volta ci mettono un Premier che sarà un uomo del Presidente, un burattino della sinistra che poi, coi soliti magheggi, ci mal-givernerà per i prossimi anni … sino alla prossima farsa.
    È uno schifo!!!
    In Italia il Presidente non viene eletto dal popolo ed i governi vengono eletti dal Presidente, quindi mi sorge una domanda: ma il popolo per cosa vota? Siamo in una ovvia dittatura e ci facciamo prendere per il culo, felici & contenti.

  • angeloprof58@libero.it 8 maggio 2018

    Per colpa della mancanza di fegato di Salvini e l’arroganza di Berlusconi, ci ritroviamo con un esecutivo servo della UE !

    • gumierow@gmail.com 8 maggio 2018

      Concordo pienamente .. ci vorrebbe un’altra presa di Roma !

    • Roccoangela60@yahoo.it 8 maggio 2018

      Guarda che l’arroganza è venuta dai cinquestelle che pretendevano che Salvini lasciasse la coalizione che ha preso più voti per andare a fare il servetto ai pentastellati,se di Maio avesse accettato tutta la coalizione del centro destra adesso starebbero governando e invece per colpa dei loro veti ci ritroviamo con un governo sorretto dalla sinistra…

    • giorgio.conti@unipr.it 8 maggio 2018

      piu’ che la mancanza di fegato di Salvini, la cui unica colpa e’ quella di mantenere il patto di alleanza e personalmente ritengo essere un comportamento corretto, dovrebbe essere il Cav. che dovrebbe fare se non proprio un passo indietro almeno un passo di lato, nell’interesse del Paese, frase peraltro abusata e detta da tutti, ma del quale, il Paese, non frega un emerito c. a nessuno.

    • marenzo@bigpond.com 9 maggio 2018

      Io sono pienamente d’accordo con te,pero’ voglio dire solo 2 parole:POVERA ITALIA!!!!!!

  • Ferruccio Silvano Bravi 7 maggio 2018

    Sì, serve un governo neutrale, come Lui che è pappa e ciccia c on las banda rossa.