Mattarella cerca di giustificarsi: ho tutelato gli investimenti (VIDEO)

domenica 27 maggio 21:32 - di Redazione

Alla fine, non sono bastate neppure le rassicurazioni garantite dal professor Savona: il presidente Mattarella ha scelto di dare seguito a quella che lui stesso ha definito «l’incertezza degli investitori italiani e stranieri che hanno investuto nei nostri titoli di Stato e nelle nostre aziende» preoccupati per «l’impennata dello spread». E così, pur riconoscendo che Movimento 5 stelle e Lega «hanno raggiunto un’intesa dopo un ampio lavoro programmatico»che, a sua detta, Mattarella avrebbe  «agevolato, in ogni modo», il Quirinale ha detto no: e ha imposto lo stop che ora apre al caos istituzionale.

Mattarella: «Ho tutelato gli investitori»

«Ho tutelato i risparmi degli italiani” ha detto il capo dello Stato. “Ho atteso i tempi da loro richiesti per giungere a un accordo di programma e per farlo approvare dalle rispettive basi di militanti – ha proseguito il Capo dello Stato – pur consapevole che questo mi avrebbe attirato osservazioni critiche”. Del resto, la scelta di Mattarella, per quanto in qualche modo annunciata dalle riserve espresse nei giorni scorsi, lascia adito a pensare che, in questo caso, è stata data la priorità di scelta ai poteri forti, alle forze europeiste, all’Unione germanocentrica a guida Merkel. Dubbi che il presidente ha provato a fugare sostenendo che, «nessuno può sostenere che abbia ostacolato la formazione del governo che viene definito del cambiamento; al contrario, ho accompagnato con grande collaborazione questo tentativo, com’è del resto mio dovere, in presenza di una maggioranza parlamentare, nel rispetto delle regole della Costituzione». Gli elettori, però, almeno quelli che hanno scelto di votare per il centrodestra e per il M5S si sentono traditi: e adesso i deu leader usciti vincenti dalle urne ma beffati dal no presidenziale invocano un ritorno al voto. «Avevo fatto presente sia ai rappresentanti dei due partiti, sia al presidente incaricato – ricorda Mattarella -, senza ricevere obiezioni, che per alcuni ministeri avrei esercitato un’attenzione particolarmente alta sulle scelte da compiere: e alla fine ha scelto, dicendo no a Savona, no all’esecutivo del cambiamento. Di fatto un no che azzera e rinnega gli ultimi due mesi di elezioni, trattative e incontri al vertice.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mail@mail.com 28 maggio 2018

    Siamo schifati dal presidente della repubblica.

  • cesarerossi@libero.it 28 maggio 2018

    Se anche per un giorno un governo Cottarelli sopravvivesse, sarebbe il V° governo consecutivo NON eletto dagli Italiani

  • luciano.vignati@teletu.it 28 maggio 2018

    Quello che ha fatto Mattarella rientra nelle direttive la mafia finanziaria europea guidata dai nazisti tedeschi, dalle m****** francesi e dai banchieri vicini a Renzi e al PD. Per fare cosa, ma è ovvio mandare un fantoccio (Cottarelli) in europa a votare il bilancio, penalizzante per noi ma molto conveniente per i nazisti tedeschi. Perchè continuo a chiamarli nazisti, andate a rileggervi la storia e vedrete che negli ultimi 500 anni le guerre in europa sono state scatenate sempre da loro. Da parte mia, io mi considero già in guerra su un’argomento che loro temono di più e cioè i soldi. Boicottiamo le loro merci (es. le auto), e i loro prodotti alimentari, diamogli un segnale forte.

    • ulisse.ful@tiscali.it 29 maggio 2018

      conidivido la sua critica analisi!!!

  • Roccoangela60@yahoo.it 28 maggio 2018

    Mattarella si è piegato ai poteri forti europei!

  • max.bialystock@libero.it 28 maggio 2018

    mi sembra chiaro che non siano compatibili euro e democrazia (lasciamo perdere l’Europa che è ben altra cosa).
    Mattarella, inspiegabilmente, è entrato nel merito politico ponendo il veto per lo stimatissimo economista Savona, seconso i padri costituendi il PdR ha una piccola discrezionalità nello scegliere il Presidente del Consiglio mentre non ne ha alcuna per la scelta dei Ministri.
    Inoltre sembra più tutelare gli investimenti della Germania e Francia in Italia piuttosto che i risparmi degli Italiani, i quali si tutelano…sviluppando l’Italia stessa, facendola crescere.
    Per cui ha tutelato gli investimenti (soldi) stranieri in Italia!!! in un momento di forti contrasti fra un modo di ragionare e governare vecchio come il cucco (il liberismo di stampo mercantilista)
    ed il nuovo (ma tradizionale) modo di ragionare, sviluppare il nostro Paese attingendo ad una cultura più ottimista di vedere i soldi spesi, per così dire a deficit, come un investimento!!!
    attraverso il quale, se ottimamente allocati e con le leve/moltiplicatori (scientificamente ed empiricamente note) producono nel tempo notevoli miglioramenti nel rapporto/frazione con il quale si calcola il PIL!!! dando, distribuendo meglio e di più ricchezza e speranza a tutto il sistema sociale (Popolo/Nazione).
    Loro cavalcano le paure
    con le quali distribuiscono a modo loro tutta la ricchezza del pianeta verso l’alto (cioè ai più ricchi!!! ed è un fenomeno misurato dall’espansione netta della distanza/differenza % della ricchezza detenuta fra i pochissimi ricchi ed i tantissimi poveri)
    noi dobbiamo, invece, ridare respiro culturale e politico alla speranza ed alla capacità costruttiva degli uomini, distribuendo la ricchezza verso il basso capillarmente, irrorando, così, dalla radice, la linfa vitale per accrescere la popolazione e sviluppare l’Italia (poi possono anche copiarci, se vogliono, ma dopo anni avremmo comunque il vantaggio di essere stati i primi a partire e sviluppare un diverso processo economico per creare plusvalore da distribuire in maniera più equa)

  • eleonora4198@virgilio.it 28 maggio 2018

    pagliaccio come martina e renzi . alla faccia del deretano può anche sorridere , alle nistre facce adirate no. e poi ci dicono che non dobbiamo essere volgari . ma pensate e dobbiamo sopportare ancora napolitano che si fa chiamare emerito aggiungiamo buffone e vigliacco . mattarella vergognati . pensa ai nostri milioni di poveri che nonhanno di che cibarsi . altro che difendere i loro investimenti . farabutto . eleonora ferrari

  • baffodoro@intrage.it 28 maggio 2018

    Ma quando i comunisti svuotavano le casse del MPS e delle altre Banche, i Presidenti della Repubblica cosa e come hanno tutelato i risparmiatori? Adesso Mattarella si sveglia e si permette di snaturare il voto degli Italiani! Ma questo è solo un incapace! Vediamo ora chi vota la fiducia al povero Cottarelli che NON è stato ascoltato quando diceva di tagliare le spese che permettevano i soliti, consueti furtarelli dei comunisti? Questo ha messo in dubbio la nostra sovranità e vorrebbe che fossimo succubi dei burocrati europei?

  • aleandros51@gmail.com 28 maggio 2018

    Ha tutelato gli investitori? Quelli stranieri a cui svendono le nostre imprese e le nostre eccellenze.

  • Simonamoda1@gmail.com 28 maggio 2018

    Bastardo lo si deve cacciare e licenziare in tronco

  • adenauer@gmail.com 28 maggio 2018

    questa notte sarà riuscito a dormire?

  • bubbaum@alice.it 28 maggio 2018

    Il problema è lo spread? Forse varrebbe la pena considerare che il risparmio degli italiani sarebbe sufficiente per acquistare tutto il debito pubblico. Allora perché non adottare pesanti incentivi alla sottoscrizione del debito da parte dei privati cittadini e poi fare “marameo” a tutti i maledetti speculatori, nemici dell’Italia?

  • bubbaum@alice.it 28 maggio 2018

    Bisogna arrivare alla messa sotto accusa del presidente per alto tradimento. Solo questo potrebbe ridare all’Italia un minimo di dignità e rispettabilità. La conquista dell’europa da parte della germania si sta compiendo, senza che i cittadini europei abbiano la possibilità di intervenire realmente per cambiare le cose. E’ il momento di dire “basta”, andare oltre renderebbe la situazione irreversibile.

  • maurizio_turoli@yahoo.it 28 maggio 2018

    Tutto come da copiene.
    Gruppo Bildberg e TCommisione e gruppo italiano Trilateraleimpongono tutelano i loro interessi in modo spregiudcato.
    Occorre un movimento di piazzache spazzi via queste cancro economico e inquina e ricatta la politica.
    Pivazione della cittadinanza italian, confisca dei bei sul territorio nazionaleed espulsione ditutti i componenti e loro parenti fino al quarto grado di parentela.

  • sergio.poni@libero.it 28 maggio 2018

    Senza essere votata dal popolo ci troviamio con una Repubblica Presidenziale.

  • simef@tiscali.it 28 maggio 2018

    La decisione di Mattarella suscita molte perplessità.Staremo a vedere quali saranno le conseguenze!

  • mariosmanca35@gmail.com 28 maggio 2018

    Una volta tanto Mattarella ha fatto il capo dello Stato. Poteva farlo un po’ prima.
    Mario Salvatore Manca

  • Carpino Vince 28 maggio 2018

    Mattarella deve sparire dai piedi prima possibile traditore farabbutto come lo e stato il suo predecessore.
    Come e possibile che si va avanti con questa m**** facendo governi tecnici uno dopo laltro.
    A l’italia serve una rivoluzione ma seria abbastanza da distruggere questo malessere una volta per sempre.

  • Marco@libero.it 27 maggio 2018

    Oggi Abbiamo assistito ad un discorso farsa. Si è ricordato del popolo italiano perchè gli serve tutelare la sua scelta.
    Sono 15 anni che il popolo italiano è in difficoltá ma se ne accorto solo oggi. Chissà perché

  • 27 maggio 2018

    Ma va neanche un fanciullo ti crede… il governo deve essere nelle mani di persone che credano nel Italia…una Italia forte economicamente, sociale e morale…una nazione che rispetta il passato!!! E guarda a un futuro meglio..