Il vescovo sferza i cattolici: «Volete essere buoni cristiani? Impegnatevi in politica»

Un appello ai cattolici a «svegliarsi» e a farsi parte attiva «nelle decisioni e nelle scelte politiche a ogni livello». A lanciarlo è stato il vescovo di Ascoli Piceno, monsignor Giovanni D’Ercole, con una nota pastorale in cui illustra preoccupazioni e suggerimenti alla luce dello stato attuale del Paese. «È ora di svegliarsi. Per essere buoni cristiani e onesti cittadini non possiamo trascurare la questione politica specialmente in questo nostro tempo», ha scritto il vescovo, sottolineando che «oggi sembra diffusa una quiete scoraggiata che mostra disinteresse e voglia di fuggire dal concreto». Per il prelato «sulla scena politica ci sono personaggi che si autoproclamano leader di partiti creati a loro immagine e somiglianza. Si è diffusa una disaffezione dalla politica e non è sparita la corruzione, per alcuni versi ancor più pericolosa perché ormai insinuata in ogni maglia della burocrazia aumentata proprio per impedirla».

Per questo il vescovo invita i cattolici a fare la loro parte: «È ora di svegliarci. Astenersi…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi