Il papà di Di Battista ogni oltre limite: augura a Berlusconi di morire presto

Il papà del deputato grillino Alessandro Di Battista è ossessionato da Silvio Berlusconi. E quanto ai insulti al leader di Forza Italia Vittorio Di Battista ha superato il figlio. Senza mai citarlo, ma il riferimento è chiaro, il papà di Di Battista in un post pubblicato su Facebook si è augurato che il Cavaliere risolva il «conflitto d’interessi di sua non spontanea volontà».  Ecco che cosa ha scritto: «Sono un ottimista per natura e per questo aspetto i termini del contratto».

Il papà di Di Battista delirante

E ancora: «Credo, comunque, che oggi, la priorità si quella di aiutare chi non può più andare avanti. Quindi interventi economici significativi e risolutivi. Abolizione dei vitalizi, istituzione del reddito di cittadinanza…». Poi delirante: «Il conflitto di interessi che considero una peste bubbonica può aspettare qualche mese, magari il problema lo risolve il nano ladro di tasse, di sua non spontanea volontà». Tutto chiaro. Dal risultato elettorale in poi Di Battista senior ha dato il meglio di sè. Mentre le consultazioni erano bollenti, aveva definito Berlusconi «il male assoluto». E sempre su Facebook aveva bollato il Cavaliere «nanetto ladro di tasse».