Governo, vertice Salvini-Di Maio. Il Colle: «Hanno chiesto 24 ore per chiudere l’accordo»

mercoledì 9 maggio 14:08 - di Viola Longo

Ancora 24 ore. È quanto hanno chiesto Matteo Salvini e Luigi Di Maio al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. A riferirlo è stata una nota del Quirinale, spiegando che «è in corso un confronto per pervenire a un possibile accordo di governo e che per sviluppare questo confronto» serve, appunto, ancora una giornata. Dunque, la trattativa non solo va avanti, ma, secondo quanto fanno trapelare fonti della Lega, l’intesa sarebbe a portata di mano. «La diamo al 75%», spiega un autorevole esponente leghista, mentre dal M5S confermano che «stiamo trattando».

In mattinata erano arrivati diversi segnali sul fatto che qualcosa si stesse muovendo, ma è stata la notizia di un incontro in corso tra Salvini e Di Maio a confermare che non si trattava di boutade senza fondamento. Intanto c’era stato quell’ultimo appello di Salvini a M5s e Forza Italia, con la confessione di non aver perso del tutto le speranze e la rassicurazione sul fatto che ci avrebbe provato fino all’ultimo. Poi le indiscrezioni sulla volontà di molti Cinquestelle, Di Maio in testa, di continuare a trattare, nonostante le dichiarazioni pubbliche sul ritorno alle urne. Infine, i primi spifferi, arrivati da più parti sul fatto che vi potesse essere qualche sorpresa in vista.

«Io sono ottimista, rimango ottimista e il mio auspicio è che una soluzione politica in queste ore venga trovata», aveva detto il deputato leghista Guido Guidesi, intervenendo all’assemblea annuale di Rete Imprese Italia. Nella stessa sede era stato poi il grillino Lorenzo Fioramonti a parlare di «una sorpresa» che, «chissà», sarebbe potuta uscire «in queste ore». Segnali captati anche in casa Pd, da dove il vicepresidente della Camera Ettore Rosato ha fatto sapere che «a me arrivano notizie interessanti», precisando però che «devono darle loro», alludendo chiaramente a Movimento 5Stelle e Lega, anche perché «non arrivano da Forza Italia». Dunque, ormai sembra che l’accordo sia davvero possibile. Resta da capire, però, entro quali termini. Non bisognerà attendere a lungo: anche se il Quirinale ha concesso 24 ore, c’è chi, come il leghista Guidesi pronostica notizie per «metà pomeriggio».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 11 maggio 2018

    Comincio ad avere forti dubbi su tutto quello che sta succedendo, in altre parole mi sto scoraggiando, sento che Salvini , Berlusconi e Meloni stanno navigando al buio, colpa in origine di BEPPE GRILLO che ha rovinato le istituzioni con quelle vomitate di stronzate che nel tempo hanno esaltato i cervelli di tutti questi post comunisti o deliranti tali. Ora tre persone che correttamente stanno cercando di salvare quel poco che ancora si puo’ salvare, si trovano con le mani legate dovendo ragionare con uno ignorante ragazzino viziato infuoiato dal desiderio di voler governare, quando in effetti non sa’ neanche da dove cominciare e se per caso lo fara’……. chi ancora ama questo Paese fategli una foto ricordo perche’ sara’ la fine.

  • alberto.caioli@email.it 10 maggio 2018

    Ottima possibilità per l’Italia : vediamo se è la volta buona per mettere, almeno qualcosa, a posto! E’ importante che Mattarella si faccia guidare Crozza e Rosato, quello del “rosatellum” ,sparisca come politicante da strapazzo! Avanti ragazzi!

  • giulioarditi@libero.it 10 maggio 2018

    non c’è una riga di programma condiviso, e già vanno al Governo assieme!
    Anche il PCI aveva il 30%, ma siamo cresciuti per 45 anni perchè stava all’opposizione.
    Poi gli ex PCI sono andati al Governo, e sono iniziati i guai.
    Ora che vanno al Governo i NO-TAV, NO-TAP, NO-PONTE, NO-INFRASTRUTTURE, NO-ILVA, no industria, no tutto ciò che da crescita… e che figura ci faremo in Europa!
    Se 40 o 70 anni fa avessimo dato mano libera a quelli che ci raccontavano che l’URSS era il paradiso dei popoli, l’economia sovietica la migliore al mondo saremmo sprofondati fin da allora.
    Ora portiamo i loro nipotini al Governo.
    Col voto di chi non li vuole: tradimento degli elettori

  • Roccoangela60@yahoo.it 10 maggio 2018

    Spero che il governo lega e cinque stelle possano insieme cambiare in meglio questo Paese.

  • tita.presti@gmail.com 10 maggio 2018

    Delusione Globale….
    Come al solito chi ha risparmiato lo prenderà nel …..

  • mariosmanca35@gmail.com 10 maggio 2018

    Lasciamo che si rompano le corna tra di loro. Ma Salvini non faccia il fesso: si ritiri prima che sia troppo tardi. E allora anche il Sergio del Colle si accorgerà che con il diavolo non ci si può alleare.
    Mario Salvatore Manca

  • bruno1313@virgilio.it 9 maggio 2018

    Avanti con sto governo per gli italiani.Spero almeno.Se li lasciano lavorare, ma cerdo che tanti paletti si troveranno di fronte in primis l’Europa che non digerisce questo tipo di governo.Simao diventati lo zimbello d’Europa ,ci considerano senza palle,dignità e serietà,ci prendono per buffoni,se non dire per il c…o ogni giorno.Nei giornali europei si parla solo di Italia e nascondono i loro profondi casini nelle ultime pagine dei giornali.Noi invece dsi esaltano solo i nostri difetti e li sbattiamo in faccia a tutti,siamo anche un po masochisti in questo.Ora basta Lega e Cinque stelle ? e governo sia ma fatevi snetire e non abbiate paura dlle sinistre italiane ed europeee vanti con forza per gli italiani.
    Forza con certezza della pena,migranti a casa sua,meno criminalità polizia in grado di lavoare,chiudere le regioni e riaprire le province (più vicine alla gente) e ordine e pulizia nelle nostre città,pulizia sia ocme meno rifiuti e meno vagabondi e zingari al giro a rubare.