Gasparri: la priorità di FI deve essere la coerenza, non la “benevolenza”

«Noi abbiamo due punti di riferimento  molto chiari: il programma del centrodestra, che ha consentito alla  nostra coalizione di essere la più votata alle elezioni; la presenza e il ruolo di Sivio Berlusconi, sempre in campo, oggi ancor di più con  la prima parziale cancellazione delle ingiustizie subite in questi  anni. Forza Italia più che della “benevolenza” deve fare della  coerenza la sua priorità». Lo afferma Maurizio Gasparri.

«Attivi custodi delle scelte comuni, per sostenerle nel Paese e nel  Parlamento. Tasse, lavoro, impresa, sicurezza, immigrazione: vedremo  sul campo -aggiunge- chi e come agirà. Forza Italia dovrà valorizzare  al massimo il grande e positivo effetto della decisione che rafforza  il ruolo del nostro presidente, ma tutti dobbiamo mobilitarci sul  territorio, a partire dalle elezioni amministrative di questi giorni.  Berlusconi, Forza Italia, centrodestra: un trinomio chiaro che ci  consentirà un forte recupero di consenso. Ma solo se saremo attivi e  presenti ovunque e intanto guardando in Parlamento ai fatti, senza  arrendevolezza».