Giorgio Almirante, i comizi: quelle parole che incantavano le piazze (video)

Oratore insuperabile, non c’era incontro, comizio, direzione di partito in cui Giorgio Almirante non riscaldasse la platea con il suo crescendo di sfide ispirate alla volontà di riscatto e di cambiamento. Con quel suo inimitabile stile che bucava il video nelle apparizioni televisive elettorali. Storico il comizio di Napoli in una piazza Plebiscito gremita fino all’inverosimile, evento indimenticabile come i comizi romani a Piazza del Popolo tra tricolori al vento e le note dell’Inno a Roma. «Non dirò “io ho quel che ho donato” – uno dei passaggi più applaudi  parafrasando Gabriele D’Annunzio – ma “io ho quello che mi è stato donato”. Il Movimento sociale è stato l’orgoglio della mia vita, voi giovani e anziani, soprattutto giovani, siete la mia vita, il mio futuro, il mio passato. Lo dico con riconoscenza umana perché insieme rappresentiamo la volontà di milioni di italiani. E ancora: «Gli italiani del mezzogiorno potrebbero esere disperati se anche noi entrasssimo  a far parte dell’onorata società mafiosa».