Evade il fisco per 700mila euro: denunciato negoziante cinese

Nessuna denuncia dei redditi, né versamento di Iva e di Irpef. Un immigrato cinese, proprietario di tre negozi nella provincia di Pordenone, è stato denunciato.

Il commerciante cinese ha tre negozi in Friuli

Ne dà notizia il Gazzettino veneto, precisando che Xu Xiao, 43 anni, immigrato cinese residente a Maniago, deve al Fisco 711.640 euro. La Procura di Pordenone ha ottenuto un sequestro preventivo. Xiao non presentava la denuncia dei redditi, non versava né Iva né Irpef. Il negoziante asiatico possedeva tre negozi in provincia di Pordenone: due a Maniago e uno Spilimbergo.

Fatture false e passaggi di proprietà fittizi

La ditta cinese era stata regolarmente iscritta alla Camera di commercio nel 2009, ma era stata cancellata per cessata attività nel 2014. Successivamente l’imprenditore aveva effettuato una serie di passaggi per eludere il fisco: ha venduto i negozi alla moglie per appena 9 mila euro. Quindi, i due negozi di Maniago erano passati a una nuova società, la Sheng Market, intestata stavolta alla madre di Xu Xiao.  Le fiamme gialle hanno trovato anche otto fatture emesse nei confronti dello Sheng Market intestato alla madre. L’importo è di 73.823 euro e riguarderebbe la cessione di merci che in realtà non esistono. Fatture che la Guardia di finanza reputa false, emesse per operazioni inesistenti.