Duro il giudizio di Giorgia Meloni: Salvini è caduto nella trappola grillina

martedì 22 maggio 19:52 - di Giovanni Trotta

Si è riunito a Roma il vertice di Fratelli d’Italia. “Penso che Matteo Salvini sia caduto nella trappola del Movimento Cinque Stelle, di farsi isolare anche rispetto ai suoi alleati, di farsi indebolire, per poi finire sostanzialmente in un governo del Movimento Cinque Stelle. Diciamo che è l’unico generale che conosco che, appena vinta la guerra, si consegna al nemico, lasciando una parte delle truppe sul campo di battaglia”. Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fdi, incontrando i giornalisti a Montecitorio, dopo la riunione con lo stato maggiore del partito. Prima della riunione dei vertici di Fratelli d’Italia aveva parlato il deputato Guido Crosetto: “Come dice Giorgia Meloni per andare a un matrimonio bisogna essere invitati. Noi abbiamo chiesto delle cose a Salvini, vediamo Salvini cosa ci risponderà e, in base a queste risposte, decideremo se entrare o meno. Intanto oggi riuniremo il nostro ufficio di presidenza per decidere quale posizione tenere. Io non mi considero affatto il possibile ministro della Difesa, non si può essere ministro se non sei il rappresentante di un partito che fa parte di una coalizione di governo e se Fdi non entrerà al governo, io sicuramente non sono una persona che si vende per una poltrona”, ha detto il deputato di Fdi. Intanto la leader di Fratelli d’Italia prosegue la campagna elettorale per le amministrative del 10 giugno: domani il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni sarà a Siena a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Luigi De Mossi e dei candidati di Fratelli d’Italia per il consiglio comunale. Alle ore 16.30 effettuerà un sopralluogo alla stazione ferroviaria (appuntamento davanti all’ingresso principale di piazzale Rosselli). A seguire incontrerà i cittadini nel centro storico della città. Alle ore 19 sarà a Impruneta (Firenze) dove incontrerà il candidato sindaco del centrodestra Matteo Zoppini (Bar Italia, piazza Buondelmonti).

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gabriele Pellegrini 23 maggio 2018

    Condivido l’opinione di Giorgia Meloni; chi ho visto e continuo a vedere come una costola di Napolitano, è Mattarella. Preferiva un governo di “pupi” piuttosto che affidare l’incarico al Centro Destra in prima battuta. Sono pessimista sul futuro di questo “governo”. E poi? Conte? Giorgia Meloni deve prendere le distanze!

  • giulio 23 maggio 2018

    Salvini e Di Maio: i loro elettorati si odiano, i loro deputati non si sopportano. Che ci stanno a fare assieme?
    Chi c’è dietro?

  • giulio 23 maggio 2018

    Di Maio e Salvini traditori degli elettori: si sono insultati a sangue prima e dopo le elezioni, hanno detto e ripetuto fino a pochi giorni fa Mai con la Lega! Mai con i 5 stelle!
    Salvini doppiamente traditore, anche degli alleati del centrodestra, del popolo del centro destra che vede come una sciagura i grillini al Governo.
    Già si è visto nelle elezioni ad Aosta: M5S crollato dal 24 all’11%

    • Rita Daina Andreetto 24 maggio 2018

      Gggigggino ed i grullinoidi dovevano avere l’opportunità di arrivare alla stanza dei bottoni per far vedere al mondo ciò che a Roma, Torino, livorno ed ogni comune dove amministrano sanno già. Che sono degli incapaci. Senza l’assist di Salvini non lo avrebbero potuto fare. Così presto ce li toglieremo di torno. Bene ha fatto Salvini a dare a gggigggino tutta la corda necessaria per impiccarsi. Il mondo della politica è un mondo a sé che non si può giudicare secondo i parametri del mondo normale.

  • Giovanni Acquaviva 23 maggio 2018

    No, cara Giorgia, non ti seguo su questo terreno! Ti ci volevo veder te a trattare, su mandato dei tuoi inaffidabili alleati, con una forza che ha il doppio dei tuoi parlamentari, e uscirne senza rinunciare a niente! La politica è di per se stessa un compromesso e Salvini più di questo non poteva ottenere, mandato avanti con le truppe che, alle sue spalle, si ritirano. Dovete solo ringraziarlo, appoggiarlo e sostenerlo Salvini, perché con grande fatica sta portando avanti il VOSTRO programma e si sta esponendo al bombardamento concentrico da parte di tutti, a partire proprio da coloro che si dichiaravano fino a ieri suoi alleati! Con questo tradimento (tutto vostro e di f.i., non di Salvini) avete perso definitivamente il mio voto. Peccato, perché stimavo molto sia te che Crosetto e anche, in certa misura, La Russa.

  • pino 23 maggio 2018

    Per quanto conti il mio commento, cara Giorgia, pur avendo votato per Te, NON SONO D’accordo su quanto affermi , io credo che sia necessario un APPOGGIO a Salvini, proprio per contrastare l’egemonia dei 5stelle (dei quali NON mi fido affatto!), ma purtroppo gli Italiani (per colpa nostra!) non ci danno scelta ! Quindi NON BISOGNA ABBANDONARE Salvini che al momento rappresenta l’unica speranza di riscatto dell?Italia e degli Italiani e quindi, ripeto, va COADIUVATO e non contrastato !!! MI spiace ma è così ! E per quanto riguarda Te, FdI e la Destra Italiana : SOLO UNITI SI PUO’ VINCERE ! Lasciati i protagonismi ai biechi della Sinistra e dei 5stelle !!!! Uniti per l’Italia (e per UNiti non intendo con Forza Italia , certamente!)

  • roberto 23 maggio 2018

    Era chiaro anche ad uno sprovveduto che Salvini avrebbe fatto tutto quello che poi ha realizzato con il Di Maio il furbo., un po’ meno lui Salvini,Gli errori di base sono stati comunque di Berlusconi primo per non aver insistito con Mattarella alfine di avere la possibilità di formare un governo di c.d., secondo per aver dato la possibilità a Salvini di trattare con Di Maio. Le lezioni precedenti non sono bastate a Berlusconi, penso che un veloce corso di volpe non gli farebbe male.

    • Rita Daina Andreetto 24 maggio 2018

      Per toglierci i grullinoidi di torno era necessario che Salvini facesse quello che ha fatto. Ed i risultati già si vedono. Regioni azzurre che aumentano. Gggigggino deve mostrare al mondo che è una truffa e per farlo doveva raggiungere la stanza dei bottoni. Salvini, che non è nè traditore nè sprovveduto nè stupido con buon senso ma soprattutto lungimiranza sta dando al capo grullinoide tutta la corda necessaria per impiccarsi.

  • maria grazia marcolo embrionengo 23 maggio 2018

    Il grillino di maio non ha voluto parlare con Berlusconi, definito “impresentabile e con la Meloni “fascista”. L’abbiamo dimenticato? Abbiamo dimenticato che abbiamo un presidente PD? L’errore è nostro, elettori di centro destra, siamo stati zitti quando lo “s-garante” non ha dato l’incarico alla coalizione vincente. Di chi abbiamo avuto paura? Del livore dei sinistri, abili a colpire le persone, la loro storia, la loro professionalità e l’onore. Non molliamo e Giorgia cosa doveva fare con gente che con lei neppure vuole parlare. Spero di ritornare al voto e che riusciamo a fr traballare la poltrona del Colle…

  • Gio 23 maggio 2018

    Cara Meloni, dovevi entrare anche tu nel governo se davvero ci tenevi a non lasciare campo libero ai 5 stelle. Salvini te lo ha chiesto e tu hai detto no.

  • giorgio 23 maggio 2018

    Salvini, a mio avviso, non ha tradito nessuno e non e’ caduto in nessuna trappola. Salvini e la Lega hanno ottenuto piu’ voti nella coalizione, era dovere della coalizione seguirlo, questi erano anche i patti, forse e’ stato qualcun altro che ha sparigliato e sappiamo anche chi, guarda caso rimesso in carreggiata a tempo di record. Mattarella in ogni caso avrebbe dovuto dare l’incarico da subito alla coalizione vincente la quale si sarebbe dovuta attivare per formare un governo, se non fosse riuscita nell’intento, allora e solo in quel caso Mattarella avrebbe dovuto sondare altre vie. Questo doveva essere fatto nel rispetto del voto degli italiani.D’altra parte la legge elettorale “becera” prevedeva le coalizioni poiché e’ stata fatta apposta per rendere “ingovernabile” la situazione. In questo Giorgia Meloni aveva piena ragione nel votare contro. Lo sbaglio, alias il vulnus, e’ stato fatto dall’inizio, non credo ai complotti, ma a pensare male, nonostante si faccia peccato, ci si “becca” sempre. Ora la situazione e’ grigia, per non dire nera, la maggior parte dei giornali, alcuni veri lacche’, sono schierati e si scandalizzano per il curriculum ma non si sono scandalizzati per la tesi di dottorato scopiazzata o per la laurea di un ministro fasulla,in entrambi i casi gli/le interessate sono ancora al loro posto. Il populismo come afferma il guru di Repubblica e’ il risultato di anni di politica in ossequio ai diktat della UE,questo lo dico io, i Cittadini del Bel Paese si sono espressi e hanno mandato segnali precisi e mandano bordate ad alzo zero

  • Aldo Lamberti 23 maggio 2018

    No , Signora Meloni ! Sentendo quello che dice , mi ricorda tanto le recenti esternazioni di Brunetta e Tajani . Lei ha fatto parte della coalizione di centro – destra e sa benissimo che Salvini non si sta ” consegnando a NESSUNO . Quello che dice è ”assurdo ” ! MI ricorda le TANTE lacerazioni interne passate tra gli alleati della coalizione guidata da Forza Italia con Berlusconi Premier . Un partito che aveva ricevuto un consenso quasi ”plebiscitario ” , un ‘occasione più ”unica che rara” per far ” sparire definitivamente ” i comunisti dal nostro Paese , fallita miseramente a causa di diatribe interne . La vicenda è nota ! Cerchiamo di non fare il bis ! Salvini sta solo tentando di fare un ” patto ” accettabile tra le due parti , senza ” svendere ” gli Italiani che l ‘hanno votato , e a ”tutti i costi ”… è una cosa ” molto diversa ” . Di questo passo ” riconsegneremo ” l ‘Italia a quelli che l ‘hanno ” disintegrata ”. Buon Giorno ! .

  • Libero Battitore 23 maggio 2018

    Il generale non si è consegnato al nemico, ha fatto un’alleanza, così come la Meloni l’ha fatta con il centro-destra. E se il grado di generale è stato ottenuto da Salvini, i “sub-alterni” dovrebbero solamente seguirlo, altrimenti si chiama “diserzione”.
    Ma se ognuno vuole essere generale, allora la guerra è persa. Gli elettori hanno voluto un cambiamento? Bene! Adesso lasciamoli fare…

  • Laura Prosperini 23 maggio 2018

    Angela, ha proprio ragione (secondo me).
    E’ il Quirinale, gestito da mattarella il quale è parte del progetto euro-pa delle banche d’affari, che tenta di completare il pantano iniziato con la legge elettorale voluta dai perdenti per ovii motivi.
    Spero proprio che si possa fare, malgrado loro, il Governo (anche se non è affatto ciò che desideravo)
    nel pantano non si è affatto sicuri neanche votando di nuovo (lasciando ancora che nell’ombra i piddini si muovano, come stanno facendo anche oggi, nominando a rotta di collo loro sgherri in ogni posto, primario o secondario, di comando e assumendo (vedi RAI) flotte di immigrati e stranieri (???!!!???) che voteranno per loro anche se distruggono l’Italia.
    Questo sfascio, prima palese ora sotterraneo ma non meno temibile deve cessare!
    Purtroppo (o per fortuna) dobbiamo cominciare fin da subito a porre rimedio a questa terrificante situazione in cui versa l’Italia, On.le Meloni vera la trappola in cui è caduto Salvini, vera l’inconsistenza dei m5s ma, comunque, in modo coerente, forte e responsabile diamo una mano all’Italia!

  • Pierino 23 maggio 2018

    Che Mattarella eletto dalla sinistra renziana e non solo, ce la metta tutta per non avvallare un governo sia di centrodestra e tanto meno 5S è evidente. Non avendo data l’opportunità alla coalizione di centrodestra di provare a formare un governo, questo è evidente. Purtroppo l’arma carica la fornita il popolo votante. Spero si torni a votare questo autunno e che le urne diano il risultato sperato ma con una legge che lo consenta.

  • Sebastiano 23 maggio 2018

    Purtroppo devo dare ragione ad Angela.
    Per questo Salvini ha fatto il possibile per fare un governo pur sapendo di essere in netta minoranza con i 5 stelle.
    Mattarella deve essere messo in stato di accusa per aver violato la Costituzione non dando l’incarico di formare il governo al CDX uscito vincitore alle urne.

  • 23 maggio 2018

    Se fosse tutto vero ciò che sta accadendo (voltafaccia di Salvini nei confronti degli altri rappresentanti del centrodestra) sarebbe giusto che i primi a defenestrarlo e ad abbandonarlo dovrebbero essere i rappresentanti e gli elettori della lega.

  • Paolo 23 maggio 2018

    Grandissima Giorgia. Condivido appieno il tuo giudizio.Oggi il duo Mattarella Napolitano probabilmente inviterà a nozze Di Maio offrendogli l’incarico. Spero che questo importante aiuto faccia rinsavire Salvini

  • GIOVANNI TAGLIAFERRI 23 maggio 2018

    Potevi cogliere l’occasione per rinforzare il centrodestra nella formazione di governo ed avresti avuto molta più voce in capitolo. Hai preferito diventare MELUSCONI! Purtroppo di Almirante non sei nemmeno l’unghia!

  • Angelo 23 maggio 2018

    Salvini non ha tradito nessuno, ha fatto la cosa giusta per gli italiani, forse la tua è invidia !

  • Angela 23 maggio 2018

    Se il governo non nasce è anche perché a Mattarella non gliene va bene una,qualsiasi esecutivo in odore di centrodestra o chi ne somiglia lui proprio non lo gradisce,sta rispettando i diktat di Bruxelles:non far nascere un governo in cui non ci sia dentro il PD…e allora torniamo subito alle urne e così questa volta Salvini avrà mandato pieno,ma temo che ci ritroveremo con l’ennesimo governo del Presidente con dentro quasi tutta la sinistra che tanto piace alla UE.Ma che razza di democrazia è la nostra?….il trappolone questa volta non lo ha fatto Di Maio, è il Quirinale che si ostina a trovare cavilli pur di non dispiacere ai tecnocrati e burocrati di Bruxelles.

    • Simonetta 23 maggio 2018

      Io come elettrice del CDX credo che Meloni e Forza Italia dovrebbero appoggiare Salvini. O così o si muore. La legge elettorale fatta apposta per fare governare il PD ora non ci permette altro

  • Del mondo Raffaele 22 maggio 2018

    Hai cara Giorgia Lasciare le truppe sul campo si chiama Tradimento