Di Maio già in campagna: «Chiederemo decreto per votare a giugno»

Luigi Di Maio è ormai sparato verso le elezioni. «Qualunque sarà il governo, la prossima settimana noi abbiamo intenzione di chiedere di emanare un decreto di emergenza che consenta di modificare un parametro sul voto degli italiani all’estero e quindi di andare a votare ancor prima di luglio, anche a giugno, per chiudere questa partita una volta per tutte». Il leader pentastellato lo dice a Di Martedì.  «Noi – prosegue – non siamo disposti a votare un governo tecnico: stiamo cercando una soluzione politica, l’ho cercata fino a ieri anche facendo un passo indietro io. Se gli altri si svegliano devono andare dal Presidente della Repubblica a dire che cosa vogliono fare». Di Maio anche convinto di aumentare i consensi. «A quello che ho visto dai nostri analisti, noi possiamo recuperare oltre l’8% dal Pd e dalle forze politiche che non si ripresenteranno perché sono andate sotto soglia. Finalmente potremo avere l’occasione di governare autonomamente». Questi i conticini  che s’è fatti il leder del M5S.