Biancofiore coraggiosa: un sudanese l’aggredisce, lei si difende e lo mette in fuga

Michaela Biancofiore (Forza Italia) è stata vittima di una aggressione, ma è riuscita a far scattare le manette ai polsi di Atais Mohamed, l’uomo 32enne che aveva cercato di rubarle il cellulare.

La Biancofiore stava portando a spasso il cane in via Nazionale intorno all’una di notte. Mohamed cammina verso di lei, poi le sorride e – senza sembrare aggressivo – cerca di avvicinarsi all’onorevole forzista. Una volta arrivata di fronte al Burger King, il sudanese – scrive il Corriere – la afferra alle spalle per la cintura e la sbatte contro il muro. L’obiettivo è sottrarle il telefono, ma la Biancofiore non si da per vinta. Prima si divincola, reagisce. L’uomo, sorpreso dalla reazione, inizia a scappare. La deputata, allora, decide che quel bandito va fermato: inizia a rincorrerlo.

Mohamed e la Biancofiore arrivano in piazza del Quirinale quando i carabinieri intervengono dopo aver visto la deputata rincorrere, spaventata, il suo aggressore. Il fermo è stato convalidato dal giudice dopo la richiesta del pm Gianluca Mazzei. L’accusa è tentata rapina.