Autista di scuolabus ha un infarto: mette in salvo i bimbi e poi muore

lunedì 7 maggio 20:17 - di Davide Ventola

Nonostante l’infarto in atto ha avuto la prontezza d’animo di pensare prima ai suoi piccoli viaggiatori. Protagonista della vicenda Sante Quaranta, 65 anni, autista eroe di uno scuolabus a Fasano. Sante, mentre era alla guida del mezzo e ha avuto il sangue freddo di accostarsi per mettere in salvo i bambini prima di perdere conoscenza. Purtroppo, nonostante l’immediato intervento di un’ambulanza del 118, per Sante non c’è stato nulla da fare.

Sante Quaranta, l’autista eroe è morto sull’ambulanza

Sante Quaranta era questo molto conosciuto a Fasano perché era anche ufficiale e direttore di gara della cronoscalata “Coppa Selva di Fasano”. L’uomo è stato prima soccorso sul posto e poi trasferito d’urgenza all’ospedale Perrino di Brindisi. Il suo cuore ha cessato di battere durante la disperata corsa in ospedale.

Tutti illesi i bimbi sullo scuolabus

Sul posto si sono recati anche i carabinieri e gli agenti della Polizia locale. Per i piccoli occupanti dello scuolabus solo un grande spavento, ma nessun danno. Grazie all’autista eroe, che con l’infarto in atto è riuscito a condurre l’autobus fino alla prima piazzola senza sbandare o scontrarsi con le auto che viaggiavano in senso opposto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • chiaramscatty@gmail.com 8 maggio 2018

    Una gran brava persona !
    Commovente.. davvero.?

  • raffaeletendi.phd@gmail.com 8 maggio 2018

    Sarebbe un bel gesto ricordarlo con una medaglia al Valore Civile, alla memoria, purtroppo.

  • Giuseppe Tolu 8 maggio 2018

    Sarai ricordato come un eroe, lo meriti. Riposa in pace