Assad: le armi chimiche? Commedia dell’Occidente per aggredire la Siria

giovedì 10 maggio 12:01 - DI Redazione

Una “commedia” dell’Occidente per colpire il governo e l’esercito siriani. Così il presidente siriano, Bashar al-Assad, ha bollato le accuse rivolte a Damasco per il presunto attacco chimico sferrato il mese scorso contro i civili a Douma, una delle ultime roccaforti che erano in mano ai ribelli alla periferia della capitale siriana. In un’intervista al quotidiano greco Kathimerini, Assad ha spiegato che l’utilizzo di armi di distruzione di massa in un’area densamente popolata come Douma avrebbe provocato un bilancio ben più grave di 45 morti. “Perché tutte le armi chimiche, le presunte armi chimiche, uccidono solo bambini e donne e non uccidono i militanti? – ha affermato il presidente siriano -. Se si guardano i video, sono completamente falsi”. “In presenza di armi chimiche come possono i dottori e le infermiere essere al sicuro, stare in un ambiente contaminato senza abiti protettivi, senza niente, gettando acqua sulle vittime che guariscono solo perché le hai lavate con acqua. Quindi, è una farsa, è una commedia, è una commedia molto primitiva, solo per attaccare l’esercito siriano”, ha proseguito Assad. Il presidente siriano ha spiegato quelli che, a suo parere, sono i motivi che hanno portato l’Occidente ad accusarlo dell’attacco. “Quando i terroristi hanno perso, Stati Uniti, Francia, Regno Unito e gli altri loro alleati che vogliono destabilizzare la Siria, hanno perso una delle loro carte principali ed è per questo che hanno dovuto attaccare l’esercito siriano, proprio per sollevare il morale dei terroristi e impedire all’esercito siriano di liberare più aree in Siria”, ha sostenuto Assad.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *