Usa, violenti scontri in un carcere della Sud Carolina: sette detenuti uccisi

Sette detenuti morti e altri 17 feriti nei disordini scoppiati nel Lee Correctional Institution di Bishopville, in Sud Carolina. I disordini sono cominciati nella serata di domenica, con “diversi scontri tra detenuti in 3 strutture”, ha reso noto Jeffrey Taillon, responsabile della comunicazione per il dipartimento carcerario dello stato. L’ordine è stato ristabilito attorno alle 3 del mattino. Come riferisce la Cnn, Taillon ha spiegato che nessun agente è rimasto ferito. Non sono ancora chiare le cause dei disordini. Il Dipartimento carcerario dello stato, dal proprio account Twitter, ha spiegato che l’emergenza è scattata alle 19.15 di domenica ed è rientrata alle 2.55 del mattino. “L’incidente al Lee CI si è concluso con 17 detenuti che hanno avuto bisogno di assistenza medica all’esterno e 7 detenuti uccisi“. Il Lee Correctional è un carcere di massima sicurezza che ospita circa 1500 persone, compresi i condannati per crimini più violenti commessi nello stato e destinati ad una lunga condanna da scontare dietro le sbarre. Il penitenziario, come ricorda la Nbc, in passato si è più volte guadagnato spazio nella cronaca. Nel 2015, due agenti sono stati accoltellati. A febbraio, invece, un detenuto è stato ucciso da un compagno.