Trump avverte il Messico: fermate i clandestini e la droga o li fermerò io

“Niente più accordo sul Daca, il programma di protezione per gli immigrati illegali”. Donald Trump, con un tweet, invoca l’opzione finale in materia di immigrazione e si esprime così sul programma relativo ai cosiddetti dreamer, gli immigrati portati illegalmente da bambini negli Stati Uniti. Il presidente, in sostanza, chiude la porta ad ogni trattativa con i democratici sulla posizione di centinaia di migliaia di persone. “Gli agenti alla frontiera non sono messi nella condizione di svolgere correttamente il proprio lavoro a causa delle ridicole leggi liberali (democratiche) come la Catch & Release“, scrive Trump, facendo riferimento alle norme che dispongono il rilascio, in attesa di un’udienza, delle persone fermate dopo l’ingresso illegale nel Paese. La situazione, dice Trump, “sta diventando sempre più pericolosa” con “arrivi in massa”. Per questo, ” repubblicani devono varare ora leggi dure. Niente più accordo sul Daca“. “Il Messico sta facendo molto poco, se non addirittura niente, per fermare le persone che entrano nel Paese attraverso il suo confine meridionale e poi arrivano negli Stati Uniti. Se la ridono davanti alle nostre stupide leggi sull’immigrazione”, aggiunge il presidente in un altro messaggio. “Devono fermare la droga e le persone che entrano o io fermerò la mucca da cui mungono denaro, il Nafta“, dice facendo riferimento al trattato commerciale che viene rinegoziato in questo periodo. La conclusione, per Trump, è una sola: “Serve il muro”. Insomma, Trump non demorde sull’esigenza di costruire un muro per fermare l’immigrazione dal Messico. Usando Twitter, Trump ha denunciato l’immobilismo del Messico che starebbe facendo molto poco per fermare il passaggio dei messicani in America avvertendo: ”il Messico deve bloccare il fiume di persone e droga, o io fermerò il Nafta”.