Trony, Euronics, Mediaworld: 10mila posti a rischio. Tutta colpa di Amazon

lunedì 2 aprile 12:09 - DI Redazione

L’ultima vittima del boom delle vendite on line è stata la catena americana di giocattoli Toys R’ us, messa in ginocchio dall e-commerce che vede Amazon in prima fila. Ma ora a rischiare, come rivela un’inchiesta della Stampa,  “sono soprattutto le grandi catene che vendono elettronica di consumo, come Trony, Euronics e Mediaworld”. Circa diecimila i posti a rischio. Da ultimo 40 negozi Trony hanno chiuso i battenti con 500 lavoratori licenziati tramite Whatsapp da Dps Group cui facevano capo gli esercizi commerciali che hanno abbassato la serranda.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi