Tim, Meloni: «Se serve, la si nazionalizzi. Basta pacchia per i francesi»

martedì 10 aprile 17:00 - di Redazione

«Caso Tim, l’unica cosa che conta è che la rete dati torni sotto controllo pubblico perché è una struttura strategica e di vitale importanza per la sicurezza nazionale. Ben venga l’ingresso di Cassa depositi e prestiti nel capitale di Tim, se mira a facilitare lo scorporo della rete dal servizio telefonico in vista di un suo passaggio sotto controllo pubblico». È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. «Se poi -aggiunge- ci dovessero essere difficoltà a perseguire questa strada, Fratelli d’Italia chiederà semplicemente la nazionalizzazione della rete. I francesi si mettano l’anima in pace, è finita la pacchia dei governi asserviti agli interessi stranieri».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Aristide Croce 12 aprile 2018

    Sono d’accordo

  • leonardo rocco tauro 11 aprile 2018

    Giustissimo. E’ il momento di tornare, dopo la svendita e lo smantellamento di importanti settori, a nazionalizzare le imprese pubbliche italiane più importanti,

  • Antonio 11 aprile 2018

    Non riesco a capire perchè le aziende strategiche vanno vendute,Telecom,Alitalia,Parmalat,Bnl,Edison,
    quando andiamo per comperare la cantieristica Francese, viene messo il Veto, dove sono i nostri GOVERNANTI che dovrebbero tutelare gli italiani e i lavoratori che le hanno rese cosi appetibili.

  • Francesco Desalvo 11 aprile 2018

    Ma perché deve scrivere su Facebook? per una quantità di narcisisti che scrivono per sentire di esistere? E poi dopo la figuraccia del padrone di Facebook?
    Se ha da dire qualcosa (che in questo caso condivido pienamente, ma lo scrivo, niente like) convochi una conferenza stampa, sottolineando che non esclude nessun giornalista (come Casaleggio) e lo dica.
    Così si rivolge anche alla maggioranza silenziosa, che per quanto ne posso capire non cinguetta.

  • Giorgio 11 aprile 2018

    meno male che qualcuno comincia ragionare

  • Francesco Bianchi 11 aprile 2018

    Sono assolutamente d’accordo , non mi piacciono i francesi , è ora che l’Italia riprenda il controllo di se stessa.
    Stiamo tornando alla definizione metternchiana del nostro paese , ma non siamo piu una “espressione geografica”

  • Stefano 11 aprile 2018

    Alleluya

  • Ferruccio 11 aprile 2018

    Buongiorno, completamente d’accordo con l’onorevole Giorgia Meloni, basta schiavitù verso lo straniero

  • alessandro ballicu 10 aprile 2018

    la costituzione consente di nazionalizzare imprese strategiche come quella, quando era pubblica le tariffe erano più economiche, le privatizzazioni consentono alle imprese straniere di fare affari impossessandosi dei nostri tesori, riducendo i posti di lavoro e gli stipendi dei dipendenti, facciamo come l’ungheria che non svende le imprese strtegiche e mantiene il controllo pubblico

  • roberto 10 aprile 2018

    btava Giorgia, sono proprio contento di non aver buttato un voto alle elezioni

  • ENRICO CAPUTO 10 aprile 2018

    QUESTO E’ SERVE, TORNIAMO A SERVIRE L’ITALIA.