Solo la destra celebra il patriota Quattrocchi, 14 anni dopo (foto). La sinistra tace

Il 14 aprile 2004, a Baghdad, Fabrizio Quattrocchi venne rapito assieme ai colleghi Umberto Cupertino, Maurizio Agliana e Salvatore Stefio, dai terroristi islamici del gruppo Falangi Verdi di Maometto. Erano addetti alla sicurezza di alcune aziende italiane impegnate in Iraq ma i terroristi li volevano utilizzare come merce di scambio per ottenere che gli Usa lasciassero il Paese. L’ultimatum andò a vuoto e quel giorno solo Fabrizio Quattrocchi, il più coraggioso, il più dignitoso, venne ucciso con due colpi: “È nemico di Dio, è nemico di Allah”, annunciarono gli islamici in un video.

La sequenza dell’assassinio fu ripresa con una telecamera. “Toglietemi la benda che vi faccio  vedere come muore un italiano”, si sentiva nel video. Immagini che sancirono il profilo eroico del guerriero ligure, che forse anche grazie al suo sacrificio favorì la liberazione degli altri ostaggi. Alcune città italiane (ma non ancora Genova) come Milano e Assisi, hanno dedicato una via a Fabrizio Quattrocchi. Nel marzo 2006 il presidente  Ciampi, su proposta del ministro  Pisanu, attribuì conferì la Medaglia d’Oro al Valor Civile alla Memoria. A distanza di 14 anni da quella tragica fine di Quattrocchi, solo la destra, i militari, i paracadutisti, hanno deciso di ricordarlo con messaggi e un pellegrinaggio sulla sua tomba, al cimitero di Staglieno, a Genova, come i parà dell’Associazione Paracadutisti del Canavese “Folgore” e i militanti di CasaPound, con in testa l’ex presidente di Regione Liguria Gianni Plinio. Della sinistra, non ci sono tracce, tantomeno del suo concittadino Beppe Grillo. In un commovente post su Fb Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ieri lo ha ricordato così sulla sua pagina Facebook. «Nel giorno in cui ricorre l’anniversario della sua scomparsa – ha scritto la Meloni – il mio pensiero commosso va a Fabrizio Quattrocchi, patriota, grande italiano, orgoglioso e fiero anche di fronte ai suoi aguzzini. Quattordici anni dopo le sue parole ‘vi faccio vedere come muore un italiano’ riecheggiano nel cuore di una Nazione intera. Il ricordo è vivo e non morirà mai».

Qui alcune foto pubblicate dalla pagina ufficiale che ricorda Quattrocchi.

quattquatt1quatt3quatt5

para