Siria, Meloni: «No ad azioni unilaterali, anche se decise dai nostri alleati»

«Leali» con le alleanze internazionali, ma «assolutamente contrari ad azioni militari unilaterali, anche se per ragioni umanitarie e decise dai nostri alleati». Lo ha affermato Giorgia Meloni intervenendo alla Camera dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, sulla crisi siriana. «Siamo contrari -ha spiegato la leader di FdI- non perchè amici di Putin o di Assad», ma perchè «siamo un movimento di patrioti e in politica estera abbiamo un faro: la difesa dell’interesse nazionale. Non significa mettere in discussione la partecipazione alle alleanze internazionali, ma avere la pretesa di partecipare alle alleanze internazionali con pari dignità. Le nazioni che intervengono in Siria hanno interessi geopolitici: sono i nostri?». Meloni ha poi denunciato la «totale assenza dell’Unione europea. Federica Mogherini dovrebbe riflettere sull’inutilità del suo ruolo e trarne le conseguenze».