Scuole in fiamme a Civitavecchia, svolta nelle indagini: fermato 15enne

Scuole in fiamme a Civitavecchia: fermato un quindicenne. Svolta nelle indagini da parte dei carabinieri sugli incendi che, nel mese di gennaio, hanno danneggiato seriamente alcuni plessi scolastici della città. I carabinieri sono arrivati all’identificazione di un quindicenne, del posto, ritenuto il principale responsabile, in particolare, dell’incendio che il 9 gennaio 2018 aveva causato all’istituto di via Achille Montanucci danni per 675.000 euro.

Scuole in fiamme a Civitaveccchia: le indagini

Le indagini scaturite da quel grave gesto, che aveva turbato la collettività e causato notevoli disagi alle famiglie con il trasferimento delle classi che occupavano la scuola media, hanno consentito ai carabinieri di raccogliere elementi portando all’emissione, da parte del gip del tribunale per i minorenni di Roma, di un’ordinanza che dispone la misura cautelare del collocamento in comunità per il minore. Il 15enne, venerdì mattina, è stato prelevato nella sua abitazione dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Civitavecchia e accompagnato nella struttura dove rimarrà, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Ignoti i motivi che hanno spinto il ragazzo a compiere atti così gravi che hanno creato un grave danno ai cittadini e messa tanta paura agli studenti.