Scontri a Liverpool, arrestati 2 tifosi romanisti: l’accusa è “tentato omicidio” (Video)

Il video non mente: e registra immagini forti, di azioni violente, di tifosi che si scagliano in gruppo contro una sola persona che prova a proteggersi mettendosi le mani sul volto, sulla testa, mentre pugni e calci lo colpiscono indistintamente, ovunque. A pochi passi, pochissimi passi, un corpo inerme, che si scoprirà dopo è un uomo di origini irlandesi, un tifoso del Liverpool, rimasto gravemente ferito in seguito agli scontri fuori dello stadio Anfield, testimoniano il perché del fermo e della accuse indirizzate contro i due tifosi romanisti, arrestati in relazione agli incidenti avvenuti ieri a Liverpool in occasione dell’andata di semifinale di Champions tra la squadra inglese e quella della capitale.

Scontri fuori lo stadio di Liverpool: arrestati 2 tifosi romanisti

E allora, nove persone, tra cui appunto due tifosi romani, sono stati arrestati nel corso dei violenti tafferugli sia fuori dello stadio di Liverpool che per le strade delle città inglese. E allora, fornendo informazioni su quanto accaduto ieri sia fuori lo stadio che nelle zone limitrofe, sia prima che dopo il match, il capo della polizia di Liverpool, Dave Charnock, citato dai media britannici, ha riferito che due giovani romani, «di 25 e 26 anni, sono stati arrestati con il sospetto di tentato omicidio» nei confronti di un 53enne tifoso del Liverpool, che è stato ricoverato in ospedale, dove versa «in condizioni critiche».

Il ferito in condizioni critiche: l’accusa per i 2 tifosi è di tentato omicidio

E ancora: in una nota, la polizia di Liverpool ha precisato che il 53enne, irlandese, ha subito una ferita alla testa ed è stato trasportato in ospedale in condizioni critiche. «Riteniamo che la vittima fosse a Liverpool con suo fratello per la semifinale contro la Roma ed è stato aggredito durante una rissa tra tifosi della Roma e i sostenitori dei Reds nei pressi dell’Albert pub intorno alle 19.35», riferisce la nota, secondo cui «testimoni hanno raccontato che la vittima è stata colpita con una cintura, prima di cadere per terra». I due fermati sono stati portati in una stazione di polizia per essere interrogati.