Sana, l’ira del centrodestra: «Delitto orribile, inciviltà da mettere al bando»

sabato 21 aprile 16:57 - DI Mariano Folgori

«Cresciuta a Brescia, torna in Pakistan e viene sgozzata dal padre e dal fratello perché colpevole di voler sposare un italiano. È la storia di Sana Cheema, 25 anni. Da queste “culture”  che piacciono tanto alla sinistra non abbiamo niente da imparare. Un pensiero commosso per Sana e per tutte le vittime di un fondamentalismo tribale che considera la donna un essere inferiore all’uomo, da uccidere come fosse carne da macello».  È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Il caso di Sana ha suscitato vasta indignazione nel centrodestra.

«Chissà se l’Italia intera si indignerà, organi di informazione in testa, per l’odioso e orribile delitto etnico su una giovane ragazza di Brescia, uccisa da due familiari in Pakistan solo perché voleva sposare un italiano. Questa inciviltà razzista deve essere messa al bando in Italia. E bisogna che questo eclatante e drammatico femminicidio diventi la prima notizia per tutti. Mentre invece alcuni hanno una indignazione a fasi alterne e, in questo caso, non avranno il coraggio di denunciare le aggravanti razziste che caratterizzano questo crimine orrendo»: è quello che afferma in una nota Maurizio Gasparri. 

«Povera ragazza, sgozzata dal padre e dal fratello perché voleva semplicemente essere libera. Quanta tristezza, quanta rabbia. In Italia nessuno spazio per chi viene a portare questa cultura»:  lo afferma da parte sua su twitter Matteo Salvini.

«Un orrore da Medioevo – dice la consigliera regionale Viviana  Beccalossi – che faccio fatica a commentare. Chiedo alle nostre istituzioni, a partire dalla città di Brescia e Regione Lombardia, di intitolare a questa ragazza un luogo simbolo, per ricordare sempre che in Italia non c’è posto per chi considera la donna come una merce di scambio da offrire e vendere al migliore offerente». «I familiari di Sana – rileva Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura in Lombardia – avevano purtroppo ottenuto la cittadinanza italiana, dimostrazione di come la legge vada resa più restrittiva e non ammorbidita».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Exitoab@hotmail.com 23 aprile 2018

    Povera ragazza, questi islamici non cambieranno mai ci odiano, odiano l’ Occidente odiano le donne.

  • amerigo.lori@alice.it 22 aprile 2018

    Ex presidenta boldrinoskaja, niente da aggiungere? Di sicuro è in ferie, altrimenti una bella lavata di testa al padre ed al fratello non gliela toglieva nessuno…Punizioni? No, per carità: la loro “kultura” prevede queste azioni, quindi, ben vengano in Italia a pagarci la pensione, ne abbiamo bisogno. Magari, alla prossima ammucchiata di scarpette rosse, un pensierino a questa poverina ci starebbe bene, no?

  • roccoangela60@yahoo.it 22 aprile 2018

    La sinistra che protegge queste culture…Non si vergogna ?

  • c.arcabasso1206@liber.it 22 aprile 2018

    E’ stata una grave imprudenza tornare in Pakistan. Lei lo sapeva che lì padre e fratello rappresentano l’autorità e che se sceglie lo sposo il genitore lo fa pensando al bene della figlia, come in India. Infrangere queste “tradizioni”, per noi incomprensibili, le è costato caro.

  • italagermana@hotmail.it 22 aprile 2018

    ma questo è l’Islam…bellezza!!!!!!!! se penso che ci sono ?donne? italiane che si fanno musulmane…….

  • sergheisantini@alice.it 22 aprile 2018

    ….compagna Boldrini…..se ci sei,batti un colpo, …!!!

  • gallo.sabino@libero.it 22 aprile 2018

    Quando si dice la….”violenza”!! Una vergogna senza limiti ! Incredibile , ma vero! Per lavare questo orrore,gli indiani dell’India dovrebbero mettere padre e figlio su una catasta di legno di abete e darvi fuoco spruzzando il tutto con aceto! Non lo faranno ,per rispettare la legge? Ed allora l’antica e cara Presidente nostra (fino a qualche settimana fa ) insieme ad una Asia…tica dovrebbero spiegarci perché noi tutti e tutte dovremmo allargare le braccia ed altri arti inferiori a tutti gli ospiti non invitati , che non fanno neppure troppa differenza alla ricerca di piacere fra gli arti . Certo , bisogna integrarli, quelle nostre signore dicono ! Si! D’accordo! Ma chi comincia ad integrarli? Le prime integrazioni, sono sempre le più dure. Almeno dovrebbero dare qualche raccomandazione , con esempi.
    Inoltre , neppure nel Medio-Evo , avevamo noi abitudini del genere!
    Quindi , bisogna che le nostre “buone signore” diano più tempo alle nostre
    donzelle vergini e non per farsi integrare dai “vergini surriscaldati” ! Quanto tempo? Almeno due volte quello che è stato utile a noi per arrivare da Medio Evo a quello attuale! e che può fare anche un Papa? Parole, parole e parole! Che può fare di più? Qualcosa ,tuttavia, si potrebbe fare . Certamente sarebbe facile e doveroso accettare dei poveri bambini , almeno fino agli anni 10 , ma anche le mamme e non ! Le donne sono ,generalmente, non violente . Siamo d’accordo! Sarebbe molto, molto facile la loro umana integrazione ! Quella dei bambini assolutamente ! Ma tutte queste povere creature non dovrebbero mai tornare nei luoghi di alto rischio! Anche da noi ci sono dei violenti da “addomesticare”, senza alcun dubbio, anche se un poco più moderati e, forse ,meno numerosi! Ma triplicarli è un rischio per tutti. Dobbiamo “eliminare” i nostri, certo. Ma senza esagerare nelle “classificazioni globali”. Non si deve mai esagerare , come alcune stelle non politiche fanno. La “violenza naturale” , sia pure in misura molto minore , può albergare anche nei corpi senza appendici !

  • legionary43@gmail.com 22 aprile 2018

    LA VERITÀ, VI FACCIA COMODO O NÓ E CHE GLI STRANIER, SOPRATTUTTO MEDIORENTALI ED ISLAMICI, MA ANCHE ALTRE ETNIE PARTICOLARI; GLI ZINGARI AD ESEMPIO, CHE NASCONO IN EUROPA O DOVE DA SECOLI DOMINA LA CULTURA OCCIDENTALE, NON SARANNO MAI CITTADINI EUROPEI ED OCCIDENTALI SE NON DOPO LA VI – VII GENERAZIONE. DI RESIDENZA, QUANDO OLTRE A PERDERE COMPLETAMENTE LA LORO CULTURA E TRADIZIONI, ANCHE GENETICAMENTE SI SPEGNE QUELL’ INTERRUTTO CHE MANTIENE IN VITA LA MEMORIA E LE PROPRIE RADICI!!! NASCERE E RISIEDERE IN AFRICA, COME E SUCCESSO A ME ED A MIA MADRE CHE VI A VISSUTO FINO A 25 ANNI, NON TI FÀ AFRICANO!!!!!

  • studiomoschetto@yahoo.it 22 aprile 2018

    E’ questo lo “stile di vita” auspicato dalla Boldrini?????

  • eleonora4198@virgilio.it 22 aprile 2018

    la vergogna italiana fissata per un femminismo fasullo , e molto da ignoranti , ha detto la sua .sarebbe stato meglio tasesse . vero boldrini ? ora chiedo al direttore inps che regala pensioni anche in quegli stati che ammazzano le donne , le violentano tanto sono donne , continua a regalare i nostri soldi a questa gente ? boeri ci pensi e si nasconda . grazie luciana periti

  • fdesalvo@aconet.it 22 aprile 2018

    Spero che non sia vero che avevano ricevuto la cittadinanza italiana. Sarebbe un’aperta violazione delle regole per ottenerla, ed occorrerebbe indagare su chi l’avrebbe concessa con tanta superficialità.
    A parte la difficoltà di trovare un giudice che rispetti la legge senza interpretarla.

  • francesco-matarazzo@live.it 22 aprile 2018

    Pakistana uccisa perché voleva sposare un italiano.

    Telegiornale: era soggetta a una diversa cultura. No. Per favore non chiamatela cultura. Sennò per me è cultura pure quella di Adolf Hitler.

    Questi si devono mettere in testa che la Cultura con la C maiuscola è solo quella occidentale..non può essere ne quella islamica, ne quella di chi si mangia i cani, non quella di chi ammazza tutte le balene, etc, etc.

  • Carlodalo@gmail.com 22 aprile 2018

    Ma non strumentalizziamo tutto quello che succede nel mondo !!!! Non diamo colpa alla sinistra o alla destra se al mondo ci sono delle teste di c****,Anzi dobbiamo aiutare queste popolazioni ad uscirne fuori accogliendo proprio questi giovani che gia’ venendo in Europa vogliono cambiare la loro cultura gretta e atavica.Ma e’ possibile che da noi qualsiasi cosa succeda la colpa e’ sempre della politica? Ma facciamola finita ecco perche’ non progrediamo.

  • silviatoresi@gmail.com 22 aprile 2018

    La loro religione, permette una cosa simile? In Pakistan questi mostri non vengono puniti?

  • Manzoni.andrea@alice.it 22 aprile 2018

    Questi episodi non vengono mai fatti vedere nei telegiornali e la sinistra li nasconde per non farli sapere.
    Queste non sono persone ma animali. Uccidono una figlia solo perché vuole sposare un italiano e tutti i migranti sono a loro favore perché é la loro cultura.
    Speriamo che il nuovo governo ci liberi sa questi invasori che vogliono dettare legge da noi con l’aiuto della sinistra e della kienge

  • giacomosinagra@gmail.com 22 aprile 2018

    Vorrei anche sapere che cosa farà il nostro ministro degli Esteri, dopo tutto è stata trucidata una cittadina italiana.

  • mariosmanca35@gmail.com 22 aprile 2018

    Mi chiedo perché la ragazza, conoscendo come l’avrebbero presa padre e fratelli, spontaneamente si fosse recata a casa loro. Non poteva rimanere tranquillamente in Italia? Certamente, padre e fratelli sarebbero venuti ugualmente a cercarla, ma se si fosse premunita e li avesse accolti con una bella legione di Carabinieri, forse… Ma probabilmente i miei discorsi sono come quello “se la mia zia avesse il trolley sarebbe un tram”. Periodo ipotetico dell’irrealtà (III tipo).
    Mario Salvatore Manca

  • luciferoverde@gmail.com 22 aprile 2018

    E poi parlano Di Integrazione ….Gentaglia

  • giulioarditi@libero.it 21 aprile 2018

    sarebbe interessante sentire qualche commento da parte di noti esponenti del centro destra che hanno preso tanti voti evidenziando le problematiche dell’immigrazione e ora pensano solo a fare un governo con M5S

    • raffaele_2004@hotmail.it 22 aprile 2018

      Sig Giulio ma lei lo legge il nostro giornale “Secolo d’Italia?”

  • 21 aprile 2018

    Sarebbe interessante sentire qualche commento da parte delle femministe radical-catto-comuniste nostrane…..niente manifestazioni o proteste? vergognatevi!!!! queste sono le sottospecie di culture che tanto vi piacciono…

    • federico barbarossa 22 aprile 2018

      vero!