Salvini rischia il seggio, ricorso di una candidata di FI: verbali irregolari

Il seggio senatoriale ottenuto in Calabria dal leader della Lega Matteo Salvini sarebbe a rischio a causa di alcuni errori nella compilazione dei verbali elettorali della Corte d’appello di Catanzaro. La notizia è oggi riportata dal Fatto quotidiano e fa riferimento al ricorso presentato dalla candidata Fulvia Michela Caligiuri, candidata secondo posto nel listino proporzionale di Forza Italia. I difensori della candidata azzurra, gli avvocati Oreste e Achille Morcavallo, «chiedono il riconteggio dei voti al fine di ottenere la proclamazione alla carica di senatore della loro assistita e la consequenziale decadenza del leader della Lega Matteo Salvini».

Dopo aver perso con oltre 65 mila voti il collegio uninominale di Cosenza (andato al grillino Nicola Morra), Caligiuri ha visto fallire anche la possibilità di essere eletta nel listino dove il partito di Berlusconi è riuscito a prendere un solo senatore. Il secondo non è scattato perché il riparto dei seggi, “operato dall’ufficio elettorale centrale e dell’ufficio elettorale regionale”, è stato “in favore della Lega”.