Salvini: «Chi vuole un governo “alla Monti” può iniziare a scordarselo»

venerdì 20 aprile 12:26 - DI Fortunata Cerri

Non accetterà mai e poi mai che a Palazzo Chigi vada un altro tecnico. Gli italiani hanno già pagato in modo pesante l’esperienza delle Fornero e dei Monti. Sarebbe una follia riproporre uno schema del genere. «Ho la netta sensazione che ci sia qualcuno che vuole perdere tempo e che non vuole nessun governo, per arrivare a un governo tecnico alla Monti, telecomandato da Bruxelles per spennare gli italiani». Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini arrivando in fiera, a Milano, per visitare il Salone del Mobile. «Per evitare questa fregatura – ha puntualizzato – farò tutto quello che è possibile fare, se possibile mettendomi anche in campo in prima persona».

Salvini: «Propongo un governo che tagli le tasse»

Poi, il leader della Lega, incalzato dalle domande dei giornalisti, ha affermato di voler parlare della formazione del governo solo al termine della visita del Salone del Mobile: «Alla fine del giro, dopo aver sentito, visto che non li ho ancora contattati, Di Maio, Berlusconi, la Meloni e tutti quanti, vi dico se c’è qualcosa di nuovo. Li sentirò al telefono se troverò un divano comodo – ha detto ancora – e comunque durante il giro tra gli stand». E infine: «Sono qui per portare un omaggio ai duemila espositori del Salone del Mobile, al meglio dell’Italia e del mondo. E vengo a proporre un’idea di governo che tagli le tasse e la burocrazia, tolga le sanzioni e faccia crescere ancora di più la produzione, il mondo del lavoro e l’export italiano».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • paola.borgogno.1949@gmail.com 21 aprile 2018

    La maggioranza ha votato centro destra quindi il presidente deve essere Salvini. Altrimenti si torni a votare. Se incarica il M5s è come tornare sicuramente al PD che il 77% degli italiani NON HA VOTATO

  • gdetoffoli@yahoo.it 21 aprile 2018

    In questo momento è l’unico ITALIANO che faccia argine ai nemici VERI di tutto il nostro popolo. Azione da politico vero e da gran combattente democratico! Il napoletano bis, anche lui di bolzano come quello di prima, pronto a tradire somministrando la tenda ad ossigeno al PD con l’aiuto di quel gran signore di berlusconi che si propose paladino ed argine contro il nascente comunismo andandone ora in rianimazione, ci vende per le sue personali botteghe mediatiche e chiude il cerchio della banda dei quattro di cinese e comunista memoria ! Banche straniere e delinquenti finanziari provano esattamente come la camorra e la mafia ad estorcere a tutto il popolo italiano sovranità nazionale, le risorse ormai esigue per finire la loro opera di esproprio della nostra dignità. Se mattarella fosse stato e fosse il capo della nostra repubblica, del suo popolo e ne difendesse gli interessi invece di svenderli come il più bieco mediatore d’affari del foro boario, terrebbe alla nostra pelle, sangue, carne, come fossimo la sua famiglia! !

  • roccoangela60@yahoo.it 21 aprile 2018

    Non siamo andati a votare per poi ritrovarci in un governo tecnico…ma i nostri parlamentari quando hanno fatto questa legge elettorale erano coscienti del guaio in cui si sarebbero andati a mettere?e ribadisco dicendo che le elezioni costano milioni di euro e sarebbe auspicabile per non sprecare di nuovo tanti milioni che i 5 stelle e il centrodestra trovassero una soluzione…Chi mi sembra che oggi ragioni con molta razionalità e lungimiranza sia proprio Salvini.