Pedofilo scarcerato abusa di 2 bimbe e il Tribunale ora lo obbliga a curarsi

«Sul piano rieducativo» il carcere non ha prodotto alcun «effetto». E tenuto conto della «sistematica ricaduta nel comportamento illecito», connessa ad «un disturbo della sessualità non controllabile», al detenuto, un pedofilo di 52 anni, serve anche un percorso di cure per limitare le «pulsioni sessuali». Con queste motivazioni, per la prima volta a Milano, la Sezione misure di prevenzione del Tribunale ha disposto una «ingiunzione terapeutica» per un pedofilo , A.P., 52 anni, che venne arrestato una prima volta nel 2004 per una violenza ai danni di una bambina, condannato e poi, tornato libero, di nuovo arrestato per abusi su altre due bimbe.

 
Il collegio, presieduto da Fabio Roia, dando anche atto del «consenso» manifestato…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi