Napolitano, l’intervento è riuscito: ora è in terapia intensiva

L’intervento a Giorgio Napolitano,  provocato da “una dissecazione dell’aorta ascendente, è andato molto  bene, il cuore ha ripreso bene la sua funzione, il presidente è molto  stabile”. Lo ha detto nella notte il professor Francesco Musumeci,  dopo l’operazione a cui è stato sottoposto all’ospedale San Camillo di Roma il presidente emerito della Repubblica, che nel pomeriggio di  ieri era stato colto da malore. “Il presidente è molto stabile, siamo molto soddisfatti”, ha riferito  Musumeci, secondo cui Napolitano si trova “in terapia intensiva:  aspetteremo le prossime per vedere come risponde all’intervento,  tenendo conto non è una persona giovanissima, i 93 anni sicuramente  conteranno sul recupero”. Ma l’ex capo dello Stato, ha sottolineato il chirurgo in un incontro con i giornalisti, “ha una grande tempra e una grande fibra e questo lo aiuterà speriamo a recuperare bene e presto”.