Musumeci dichiara guerra ai furbetti: “Dipendenti adottati per la 104, basta”

mercoledì 4 aprile 15:39 - DI Alberto Cardillo

Riceviamo da Alberto Cardillo e volentieri pubblichiamo:

Caro direttore,

è un Nello Musumeci determinato e politicamente senza veli quello che si è presentato alla conferenza stampa sulla gestione del personale della Regione Siciliana. «In Sicilia -denuncia il Governatore Musumeci- ci sono dipendenti della Regione che si sono fatti adottare da anziani malati per potere beneficiare della legge 104 per l’assistenza. È possibile che su 13mila dipendenti, 2.350 usufruiscano della legge 104?». Parole forti che sembrano voler stimolare l’attenzione di chi dovrebbe vigilare affinché discernere tra chi ha il sacrosanto diritto ad accedere alla 104 e chi ne fa abuso.

Per la sua parte Musumeci annuncia: «Faremo dei controlli e troveremo le organizzazioni sindacali dalla nostra parte, ognuno si assumerà la responsabilità delle proprie azioni, il tempo dei giochetti, delle coperture e dei ricatti reciproci è scaduto. Pubblicheremo gli elenchi – aggiunge Musumeci – abbiamo 13.000 dipendenti ma i nostri uffici non dispongono di personale, non solo tecnico, avremo bisogno di avvocati e esperti di economia». Il governatore ha poi detto che  il governo «sta lavorando sul fronte del personale dipendente della Regione». Ma Musumeci snocciola anche le altre incredibili difficoltà sul fronte dei dipendenti regionali: «Ci sono 2.600 dipendenti dirigenti sindacali e non possono essere distaccati». E come se non bastasse: «Si pensi che non possiamo trasferire personale da un ufficio all’altro oltre i 50 Km. Ognuno si assumerà le proprie responsabilità. Basta, il tempo dei giochetti e dei ricatti reciproci è scaduto». Insomma, il presidente Musumeci con le forti dichiarazioni odierne ha voluto tracciare una chiara linea di demarcazione tra la politica di ieri e quella di oggi, la quale non può più permettersi di tollerare disordine, sprechi e disservizi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • fiorenzo grillo 14 aprile 2018

    Speriamo non restino belle parole ma passi veramente ai fatti e licenzi cgi ha fatto il furbetto.

  • giacomosinagra@gmail.com 7 aprile 2018

    C’è dal farà il Presidente Musumeci, oppure, a brave, spunterà la solita indagine giudiziaria ?
    Speriamo che ciò non avvenga e che, una volta per tutte, si metta fine a questa vegogniosa situazione che disonora la Sicilia.

  • Giuseppe Forconi 6 aprile 2018

    Purtroppo l’Italia e’ fatta di italiani che sono sempre all’avanguardia di trucchi e sotterfugi per evadere il lavoro ( che tanto hanno voluto ma non lo vogliono ) per dedicarsi ad altro piu’ remunerativo fregando lo stato, sono i classici impiegati statali che strillano sempre ” pane e lavoro ” cioe’ molto pane e niente lavoro. Ma quando finira’ questa cuccania ? Gli farete rimborsare tutto il maltolto ?

  • nmollic@tiscali.it 5 aprile 2018

    Penso che ci sia un errore inserire il filmato sulla Mandela nel pezzo riguardante Musumeci. Comunque la Mandela è un personaggio talmente discusso e condannata dalla stessa magistratura africana che non doveva essere ricordata sul “Secolo d’Italia”. Fra l’altro, essa è considerata l’ispiratrice degli omicidi di rivali politici e razziali (altre etnie africane) mediante il barbaro e crudele sistema della “collana di fuoco” (una gomma per auto messa intorno al collo e incendiata).

  • dockingstartion@libero.it 5 aprile 2018

    LEGGERE CIO’ CHE ACCAD E IN SICILIA E’ PAZZESCO. OCCORRONO CONTROLLI
    SEVERISSIMI.

  • fabio dominicini 5 aprile 2018

    Ed a proposito di questa Legge 104/92 sarebbe assolutamente doveroso che controlli e revisioni venissero effettuati dagli enti competenti ( Inps ? ) onde smantellare uno spudorato sistema per ottenere agevolazioni, prolungare ferie e viaggi ,ottenere congedi straordinari e part-time, cambiare fittiziamente residenza, il tutto in moltissimi casi sotto l’ombrello di una asserita assistenza !

  • benpiero@alice.it 5 aprile 2018

    La foto é impressionante. Tutta quella gente a parlare o discutere sul problema dei furbetti invece di discutere un serio piano industriale a lungo termine per lo sviluppo della Sicilia. Ma quante sono in totale in Italia le persone che “parlano” invece di lavorare o fare progetti seri?

  • tnviglio@gmail.com 5 aprile 2018

    Bravo Musumeci! È ora di finirla con i furbi!!!

  • benpiero@alice.it 5 aprile 2018

    Ma quanto sono i politici italiani che “parlano” nei parlamenti italiani (europeo, nazionale, regionale, consigli comunali) e quanti sono quelli che si imboscano grazie alla legge 104?, C’è qualcuno che ha fatto il conto? Non dico che siano tutti improduttivi, però mi sembra che ci dovrebbe essere un “numero chiuso” da non superare .

  • enzoclerico@libero.it 5 aprile 2018

    Furbetti pure i sindacati : 2600 dirigenti sindacali equivalgono ad 1 ogni 5 dipendenti dell’ASR. Comunque si vede che hanno lavorato bene se ci sono 2350 lavoratori che beneficiano della legge 104! Uno dei tanti miracoli italiani! Va aggiunto che poi detti dirigenti, grazie ad una legge ad personam del 1998 varata dal ministro Treu governo Prodi, potranno determinarsi l’assegno mensile della pensione .

  • Elettrodomotica@gmail.com 5 aprile 2018

    Per adesso sono solo parole. Vediamo se davvero prende provvedimento.