Molise, Meloni: «Ormai è chiaro, gli elettori vogliono un premier di centrodestra»

La vittoria del candidato di centrodestra Donato Toma in Molise per Giorgia Meloni è e dovrebbe essere, soprattutto e prima di tutto, una chiara indicazione per il Colle. Oltre che, naturalmente, l’ultima dimostrazione di come il centrodestra unito possa avere la meglio su competitor grillini e rivali dem in evidente disarmo.

Meloni: la vittoria in Molise? Un’indicazione chiara per il Colle

«La schiacciante vittoria del centrodestra in Molise con il fondamentale contributo di Fratelli d’Italia, l’unico partito che cresce rispetto alle politiche, è un’altra indicazione chiara per il Presidente Mattarella: gli italiani vogliono un governo guidato dal centrodestra e con un programma di centrodestra», posta orgogliosa su Facebook Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia. «Complimenti e buon lavoro», aggiunge la leader di FdI rivolgendosi al neo governatore Donato Toma. «Ora a testa bassa per strappare anche il Friuli Venezia Giulia alla sinistra». Non c’è dubbio, insomma, che la lettura del responso delle urne molisano indichi, con la certezza asserita dall’attendibilità della matematica percentuale attestata dal risultato elettorale, conduca a una certezza ormai imprescindibile: gli italiani vogliono un premier di centrodestra e un programma di centrodestra per Palazzo Chigi. E dopo il voto del 4 marzo, anche questa affermazione molisana, con Toma vincente, eletto con un ampio margine di vantaggio sul competitor dei 5 stelle, e con Forza Italia primo partito della coalizione, sono tutti segnali che, dalla realtà regionale e fino al traguardo nazionale, rappresentano indicazioni chiare e nette sulla quella che dovrà essere la strada da seguire per arrivare a far nascere il futuro governo del Paese. Un paese in cui, è sempre più evidente, le tracce del Pd continuano ad essere sempre più esigue…

Rampelli, «I molisani hanno stroncato le velleità del M5S»

«Molise, botte piccola, vino buono… i molisani hanno stroncato la velleità del M5S di conquistare la prima regione italiana, stra-perdendo la sfida con il centrodestra e inviando al Quirinale un chiaro segnale di chi debba avere l’incarico a firmare il nuovo governo». È quanto scrive su Facebook il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera Fabio Rampelli. «Ora – aggiunge – aspettiamo il Friuli, per fare cappotto e non lasciare margini d’interpretazione rispetto alla volontà degli italiani di vedere attuati gli impegni presi dal centrodestra in campagna elettorale … Occorre poi evidenziare che l’unico partito della coalizione che aumenta rispetto alle politiche è FdI, determinante per la vittoria di Donato Toma, cui auguriamo buon lavoro. I grillini – conclude – approfittino di questo segnale per rinsavire e aprire un dialogo con chi ha vinto le elezioni politiche».